Roma, il taxista razzista al sindacalista Aboubakar Soumahoro: «Ti siedi avanti o non sali»

di Gaia Mellone | 09/10/2019

Roma, il taxista razzista al sindacalista Aboubakar Soumahoro: «Ti siedi avanti o non sali»
  • Inaccettabile il commento espresso da un tassista nei confronti di Aboubakar Soumahoro

  • Al sindacalista avrebbe detto: «Ti siedi avanti o non sali»

  • Il racconto su Twitter: «Questa ingiustizia va denunciata»

Un episodio davvero spiacevole quello vissuto dal sindacalista italo-ivoriano Aboubakar Soumahoro che ha raccontato su Twitter di essere stato vittima di commenti razzisti da parte di un taxista. L’uomo gli avrebbe detto di sedersi davanti o di non salire proprio sulla vettura.

Roma, il taxista razzista al sindacalista Aboubakar Soumahoro: «Ti siedi avanti o non sali»

LEGGI ANCHE> Il maggiore degli alpini di origini marocchine denuncia il sergente per razzismo

«”Tu sali davanti o non entri nel mio taxi”, mi ha detto questa mattina a Roma un’autista» racconta Aboubakar Soumahoro dal suo profilo twitter aggiungendo che «pochi minuti dopo, ha fatto accomodare sui sedili posteriori due passeggeri visibilmente italiani». Il commento del tassista sarebbe stato quindi frutto di un sentimento razzista nei confronti del sindacalista noto per le sue battaglie in difesa dei braccianti. Il sindacalista ha poi reso noto di essersi allontanato ma non prima aver preso la targa del taxi in questione, affinché l’uomo ne risponda agli organi competenti. Aboubakar Soumahoro ha infatti chiarito che tale «ingiustizia» va denunciata perché «non rappresenta migliaia di tassisti che lavorano con fatica e professionalità».

(Credits immagine di copertina: © Matteo Nardone/Pacific Press via ZUMA Wire)