Rifiuti a Roma, continua il ping pong tra Virginia Raggi e Nicola Zingaretti

di Gaia Mellone | 21/11/2019

Rifiuti a Roma, il ping pong tra Virginia Raggi e Nicola Zingaretti
  • Dopo la nuova chiusura della discarica di Colleferro, Virginia Raggi si è rivolta alla Regione chiedendo l'indicazione di un nuovo sito

  • Nicola Zingaretti ha risposto che trovare un sito alternativo è compito del Comune

  • Il presidente della Regione Lazio annuncia la riapertura della discarica

Dopo l’ennesima chiusura della discarica a Colleferro, stavolta per un incidente in cui ha perso la vita un operaio, la sindaca Virginia Raggi si è rivolta alla Regione chiedendo l’indicazione di un nuovo sito per impedire il dilagare dell’emergenza rifiuti nella Capitale. Il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti ha però risposto che il compito spetta al Comune, e ha rassicurato che Colleferro «riaprirà tra 3-4 giorni»

Rifiuti a Roma, il ping pong tra Virginia Raggi e Nicola Zingaretti

LEGGI ANCHE> Rifiuti Roma, Ama incalza i netturbini: «Multate i romani o pagherete voi»

La riapertura della discarica a Colleferro dovrebbe verificarsi nel giro di pochi giorni, ma si avvicina sempre di più la data di chiusura definitiva, prevista per il 31 dicembre. Ad oggi, non è ancora stato trovato un sito alternativo. Per questo motivo nella serata di mercoledì 20 novembre la sindaca Virginia Raggi ha scritto alla Regione e ai ministeri dell’Interno e dell’Ambiente chiedendo di «indicare senza indugio […] un sito alternativo» dove far convergere le circa 1.100 tonnellate al giorno di scarti di rifiuti, «onde scongiurare una grave crisi nella raccolta a seguito della chiusura della discarica di Colleferro».

La risposta del presidente della Regione Nicola Zingaretti è stata però incalzante: «La competenza a individuare un sito alternativo» è di «piena responsabilità della Sua amministrazione» così come «la pianificazione dei flussi di distribuzione». Nella lettera di risposta il segretario del Partito Democratico evidenzia come «il vigente quadro normativo e in particolare l’art.198 D.lgs. 152/2006» indichi chiaramente le responsabilità del Comune nello stabilire «le misure che assicurino la tutela igienico-sanitaria in tutte le fasi della gestione dei rifiuti», tra cui anche «le modalità di raccolta e trasporto; le modalità di conferimento della raccolta differenziata e del trasporto dei rifiuti urbani nonché le misure necessarie ad ottimizzare le dorme di conferimento» ivi inclusa «la scelta del sito di conferimento».

Nella stessa lettera Zingaretti ha anche annunciato che «la Regione nell’assolvimento dei suoi compiti sta intervenendo nel ripristinare, seppur per il lasso temporale rimasto, il funzionamento dell’impianto di Colleferro, che richiederà comunque 3/4 giorni». E a margine di una iniziativa a Roma, il segretario del Pd ha nuovamente sollecitato la sindaca Virginia Raggi altrimenti «si rischia veramente un’emergenza drammatica».

(Credits immagine di copertina: da sx, Virginia Raggi ANSA/ANGELO CARCONI; Nicola Zingaretti ANSA/ANGELO CARCONI)