La classe che deride la professoressa di Salerno mentre fa l’appello | VIDEO

di Redazione | 14/09/2019

Succede all’Istituto Regina Margherita di Salerno, un liceo statale che si trova in via Giovanni Cuomo, a due passi dal museo archeologico della città. Una docente entra in classe con un foglio dell’appello da fare in classe. Legge il primo nome, ma – per una serie di ragioni che al momento non conosciamo -, si blocca e non riesce più ad andare avanti. La professoressa chiama Bassano, il primo alunno riportato sul foglio, ma non scorre la lista. Si ferma su quel cognome, insistendo e ripetendo sempre: «Per favore, fate rispondere solo al ragazzo o alla ragazza». A quanto pare, l’episodio si è verificato lo scorso anno (in modo particolare nella stagione autunno/inverno, come si evince anche dall’abbigliamento degli alunni in classe e della stessa docente), ma si è diffuso in queste ore sui social network.

Professoressa chiama Bassano, il video postato in rete

Dopo il primo momento di smarrimento, gli alunni della classe iniziano a riprendere con gli smartphone e, forse divertiti dalla situazione, deridono la professoressa. La prendono in giro, la confondono ancora di più, fanno di tutto per umiliarla. Noi vi mostriamo solo una parte del video, che in realtà dura più di tre minuti, e che è già stato postato sui social network.

Professoressa chiama Bassano, la gogna social

A spingerlo ci sono anche alcune pagine da milioni di like come «Squilibrati mentali» che non fanno altro che fungere da cassa di risonanza al video, amplificandone l’effetto anche con commenti fuori luogo. Qualcuno arriva persino a paragonare la docente a un personaggio della famiglia Addams:

professoressa chiama Bassano

Tra questi, ci sono le parole di una ragazza che afferma di conoscere la professoressa, che ha avuto problemi familiari gravi in passato e che, da quel momento, ha mostrato segni di insicurezza. Successivamente, sarebbe stata giudicata idonea all’insegnamento, anche se questo video metterebbe in chiara evidenza le sue difficoltà. Tra i tanti commenti, anche quelli di persone che stigmatizzano il comportamento degli alunni che hanno condiviso in rete queste immagini.

In attesa di metterci in contatto con la presidenza dell’Istituto Regina Margherita per avere degli elementi in più sulla vicenda e per fare un approfondimento su quanto accaduto al primo giorno di scuola nel liceo salernitano, occorre stigmatizzare la diffusione del video, con l’unico scopo di deridere la docente.