La Procura di Milano ha aperto un’indagine sui finanziamenti russi alla Lega

di Gaia Mellone | 11/07/2019

  • Buzzfeed ha pubblicato una inchiesta su presunti finanziamenti russi al partito della Lega

  • Matteo Salvini si difende negando qualsiasi coinvolgimento con il Cremlino

  • La procura di Milano ha aperto un'indagine

Dopo l’inchiesta di Buzzfeed, la Procura di Milano avrebbe aperto un fascicolo per indagare sui presunti finanziamenti russi alla Lega. Una sorta di russia-gate in veste tricolore. L’ipotesi di reato formulata sarebbe quella di “corruzione internazionale”, ma Matteo Salvini continua a difendersi.

LEGGI ANCHE > Salvini dice di non aver mai preso un rublo o un litro di vodka dalla Russia

La Procura di Milano ha aperto un’indagine sui finanziamenti russi alla Lega

«Da Mosca ho sempre portato a casa matrioske e “Masha e Orso” per mia figlia» si difende a spada tratta nella diretta Facebook Matteo Salvini. Contro la Lega il procuratore aggiunto Fabio De Pasquale, insieme ai pm Gaetano Ruta e Sergio Spada del dipartimento «reati economici transnazionali», ha formulato l’ipotesi di reato di «corruzione internazionale». L’apertura del fascicolo segue la pubblicazione dell’inchiesta del sito americano Buzzfeed e del settimanale italiano L’Espresso, che include anche una registrazione audio attribuita a Gianluca Savoini che però, intervistato da Repubblica, dice di non riconoscere la sua voce e di non aver nulla a che fare con quanto gli viene accusato. Anzi, aggiunge, si tratterrebbe di «una trappola contro il vicepremier». A far luce ora sarà la Procura di Milano, come riporta l’Agi da fonti investigative, che verificherà se davvero Matteo Salvini dalla Russia non ha mai preso «un rublo, un euro o un litro di vodka».

(Credits immagine di copertina: ANSA/TWITTER MATTEO SALVINI)

TAG: Lega, Russia