Paolo Bonolis spiega: “Rifarei il Festival di Sanremo, ma non al Teatro Ariston”

14/04/2020 di Thomas Cardinali

Paolo Bonolis è uno degli uomini di punta della televisione italiana e nel corso della sua carriera è passato senza difficoltà da Rai a Mediaset confermando sempre dei successi d’ascolto incredibili. La sua carriera gli ha permesso in  ben due occasioni di condurre il Festival di Sanremo, nelle edizioni del 2005 e del 2009. Paolo Bonolis ha aperto ai microfoni di RTL 102.5 alla possibilità di un tris dopo tanto tempo e che c’era già andato vicino qualche anno fa, ma che una sua richiesta precisa non era stata soddisfatta:

“Sanremo l’ho detto tante volte, me lo hanno chiesto anche, ci si è anche ragionato sopra. Se devo fare una cosa la voglio fare come potrebbe essere realizzata secondo le mie intenzioni e credo che Sanremo abbia la necessità di una nuova sede per potersi contemporaneizzare al meglio. Credo che il Teatro Ariston, storica e meravigliosa sede, abbia esaurito le sue possibilità dal punto di vista tecnologico. Servirebbe uno spazio più ampio per renderlo più vicino a uno European Contest, a una cosa del genere, una produzione più importante”

Già nel 2017 Paolo Bonolis aveva parlato apertamente di nuova sede per il Festival di Sanremo, che prima di svolgersi al Teatro Ariston aveva la sua sede nel Casinò di Sanremo. Ora si pensa ad una nuova soluzione per renderlo ancora più spettacolare, almeno nella mente del conduttore. Staremo a vedere se la Rai si potrà mostrare possibilista su questa opzione di trasloco, ma dati i risultati straordinari di quest’anno e la crisi del coronavirus pensiamo che la costruzione di una nuova location, seppur per l’evento televisivo più importante del paese, non  sarà nei prossimi mesi all’ordine del giorno.

Intanto per Sanremo 2021 si prospetta un bis di Amadeus e Fiorello, che hanno scherzato su una conduzione a tre con l’amico di una vita Lorenzo Jovanotti.

Share this article