Pallanuoto, l’Italia è campione del mondo: il Settebello si aggiudica l’oro

di Redazione | 27/07/2019

pallanuoto azzurri vittoria
  • La pallanuoto maschile si aggiudica l'oro ai Mondiali in Corea del Sud

  • Il Settebello ha battuto la Spagna 10 a 5

  • La vittoria è stata festeggiata con un tuffo in piscina di tutto lo staff

L’Italia della pallanuoto maschile trionfa a Gwangju, in Corea del Sud. Il Settebello allenato da Alessandro Campagna vince la medaglia d’oro al Mondiale battendo la Spagna 10 a 5 in finale. Le reti degli azzurri portano la firma di Echenique, Figlioli, Renzuto, Aicardi, Di Fulvio, Bodegas, Luongo e Dolce.

LEGGI ANCHE > Crolla balconata in una discoteca della Corea del Sud: tra i feriti otto atleti dei mondiali di nuoto

Quello del Settebello è il quarto titolo vinto a questi Mondiali dagli azzurri

Per l’Italia è la quarta medaglia d’oro conquistata nella rassegna iridata coreana, dopo le tre arrivate nel nuoto a stile libero grazie a Simona Quadarella nei 1500, Gregorio Paltrinieri negli 800 e Federica Pellegrini nei 200.

Ecco come la pallanuoto maschile ha conquistato la medaglia d’oro ai Mondiali

Un oro meritato, con la squadra azzurra che ha dominato l’intero match. Alla Spagna ha concesso solo 4 gol in superiorità numerica e uno su rigore. Gli azzurri sono passati per primi in vantaggio con una rete di Luongo. Di Perrone il momentaneo pareggio prima della seconda rete dell’azzurro Echeniche e il nuovo pareggio, ancora di Perrone, che ha chiuso il primo tempo. Il secondo tempo vede l’Italia realizzare altre tre reti, con Figlioli, Dolce e Renzuto contro una degli iberici di Munarriz Egana, chiudendo 5 a 3. Tre a uno anche nel terzo tempo a fronte di una rete dello spagnolo Mallarac. L’ultima tempo parte quindi con il Settebello in vantaggio per 8-4; a segnare e portare la partita sul 9-4 è Luongo ma è Bodegas a firmare l’ultimo e definitivo gol azzurro che consente al Settebello di chiudere per 10-5 e conquistare il quarto titolo iridato dopo quelli del 1978, 1994 e 2011. Il bronzo invece va alla Croazia, campione del mondo uscente, che ha battuto l’Ungheria 10-7.

La vittoria è stata festeggiata con un tuffo in piscina di tutto lo staff, compreso il ct della Nazionale.