La sfida di Pagina99 che ritorna in edicola (e sul web)

di Redazione | 16/11/2015

pagina99

«Andiamo in edicola nel cuore di un continente spaventato. Crediamo che la linea del no pasarán attraversi ogni sala da concerto, ogni luogo di lavoro, ogni redazione. Che il #porteouverte dei parigini detti la linea a un’Europa pavida, tentata dall’idea di sbarrare la strada a chi fugge dalla guerra. E che diventi la nostra bussola per non rassegnarci al declino dell’Italia». Con queste parole torna in edicola (e on-line) Pagina99.

LEGGI ANCHE: Libero, Salvini, i meme razzisti. La libertà d’espressione non ce la meritiamo

PAGINA99: IL PRODOTTO CARTACEO E IL SITO

Pagina99 sarà ogni sabato in edicola. Un giornale del “weekend” dalla forte impronta economico-culturale, con la versione digitale disponibile prima dell’uscita cartacea. E un sito che funzionerà da complemento, attivo ogni giorno, con approfondimenti e pezzi speciali che arricchiranno il panorama informativo contenuto nella produzione cartacea.
Pubblicato dal gruppo editoriale News3.0, Pagina99 è controllato dal fondo Sator. Non riceve contributi pubblici.

L’editoriale di presentazione è firmato dal direttore Luigi Spinola e la condirettrice
Roberta Carlini. «È difficile lanciare un giornale in questo momento», scrivono sul sito «ma è necessario ragionare, indagare, condividere. E proveremo a farlo». Il settimanale sarà acquistabile in edicola ogni sabato, al prezzo di 3,5 euro.

(Foto via Pagina99 Fb)