La resistenza di Ostriz contro il neonazismo passa attraverso centinaia di casse di birra

di Redazione | 24/06/2019

Ostriz
  • Ostriz è un villaggio di 2500 abitanti in Sassonia

  • Era in programma un festival neonazista

  • I cittadini lo hanno boicottato rendendo irreperibile la birra

Come si fa a bloccare l’avanzata dell’estrema destra in Germania? Semplice, togliendo loro la birra. Più o meno è quello che è successo a Ostriz, in Sassonia, dove però l’episodio ha bisogno di essere contestualizzato correttamente. Nella cittadina di poco più di 2500 abitanti, infatti, era in programma un festival skinhead intitolato Scudo e spada, di chiara matrice neonazista. Gli abitanti del villaggio, tuttavia, hanno reagito e hanno studiato un modo alternativo per evitare l’invasione di rappresentanti e simpatizzanti della destra estrema.

Ostriz, la protesta attiva dei cittadini contro i neonazisti

Sono entrati nell’unico supermercato della cittadina e hanno acquistato centinaia di casse di birra, rendendo la bevanda praticamente irreperibile in paese. Non solo: le forze dell’ordine hanno provveduto a sequestrare tutte le birre che i partecipanti alla manifestazione avevano portato con sé, in seguito a un’ordinanza emessa dalle stesse forze dell’ordine.

Il risultato? Delle 700 persone attese in paese (una vera e propria invasione, se si considera la popolazione totale di Ostriz), sono rimaste al festival soltanto una ventina, tristemente sedute sulle panche ad ascoltare il concerto. Non solo: la popolazione di Ostriz ha anche organizzato una manifestazione parallela, che ha visto la partecipazione del governatore della Sassonia, Kretschmer, e dell’ex giocatore della Nazionale di calcio Cacau. Inoltre, un’installazione artistica con 2262 paia di scarpe lungo una strada di Ostlitz ha voluto ricordare le vittime dei migranti nel mar Mediterraneo.

Ostriz, il precedente sempre contro i neonazisti

Un vero e proprio smacco per i neonazisti che sono stati respinti in maniera creativa. Una lezione di civiltà da parte di una piccola comunità della Sassonia. E non è la prima volta: nell’aprile del 2018, una contromanifestazione pacifica ha impedito il regolare svolgimento della manifestazione neonazista organizzata a Ostriz in occasione del compleanno di Adolf Hitler. La tensione in quella circostanza fu massima, ma la polizia riuscì a evitare gli scontri. Insomma, Ostriz combatte da sempre contro i neonazisti e sempre in modo originale.

(Credit Image: © Attila Husejnow/SOPA Images via ZUMA Wire)

TAG: Sassonia