Fontana dice che con l’Autonomia la Lombardia avrebbe potuto rispondere meglio all’emergenza

di Enzo Boldi | 29/06/2020

Obbligo mascherine in Lombardia
  • In serata dovrebbe arrivare la nuova ordinanza sull'obbligo di mascherine all'aperto per altri 15 giorni

  • Nel frattempo Fontana accarezza di nuovo il sogno dell'Autonomia

  • E dice che si sarebbe potuta affrontare meglio l'emergenza

È attesa per oggi la decisione ufficiale della Regione sul prolungamento delle misure anti-contagio vigenti, ma il governatore Attilio Fontana ha già anticipato la scelta: l’obbligo mascherine in Lombardia (all’aperto) sarà prolungato per altri 15 giorni. La decisione era nell’aria, considerando anche il numero di contagi Covid delle ultime settimane che vedono ancora la Milano e le altre province al vertice della graduatoria delle nuove infezioni quotidiane. La direzione, dunque, è la stesse delle ultime settimane, con dati sempre elevati ma con un controllo maggiore rispetto ai picchi di due mesi fa.

LEGGI ANCHE > Attilio Fontana dice che l’Ospedale in Fiera è stato fatto su richiesta del governo

«Credo che continueremo ancora per 15 giorni – ha detto Attilio Fontana, a margine ‘Salute Direzione Nord, I
discorsi del coraggio’ di questa mattina a Palazzo delle Stelline, a Milano -. Abbiamo parlato a lungo con tanti esperti e riteniamo che per una questione di precauzione sia giusto proseguire in questa direzione visto che i numeri stanno andando bene». L’obbligo mascherine in Lombardia, dunque, andrà avanti fino alla metà di luglio.

Obbligo mascherine in Lombardia ancora per 15 giorni

Ovviamente si fa riferimento a un provvedimento che prevede l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione all’aperto, mentre in molte altre Regioni italiane questo vincolo è decaduto già da settimane, con l’indicazione di portare la mascherina solamente in luoghi chiusi (come negozi, supermercati e centri commerciali) e se ci si trova in presenza di assembramenti a cui partecipano un numero consistente di persone senza la possibilità di mantenere il distanziamento sociale di sicurezza.

L’Autonomia e la gestione dell’emergenza

«Io ho sempre detto che se avessimo avuto più autonomia avremmo potuto assumere più medici e infermieri.
Se avessimo avuto più autonomia li avremmo avuti e, probabilmente, avremmo potuto dare una risposta migliore rispetto a quella che abbiamo dato, organizzandoci più opportunamente e tempestivamente», ha detto ancora Attilio Fontana.

(foto di copertina: da Pixabay)