La bufala di Obama e Fauci nel laboratorio di Wuhan

di Enzo Boldi | 10/07/2020

Obama e Fauci
  • Un'immagine fuori contesto e che non c'entra assolutamente nulla

  • Obama e Fauci nel laboratorio di Wuhan? Ma per piacere

  • Lo scatto è del 2015 e arriva dal Maryland

In Italia ci si lamenta spesso per le bufale che hanno scopo elettorale, ma non è nulla rispetto a quel che accade negli Stati Uniti. E così succede che un’assillante sostenitrice di Donald Trump si senta libera di mettere in circolo un’immagine (che è reale) ma con una descrizione che non ha né capo né coda. Nella foto si vedono Obama e Fauci (in compagnia anche di Sylvia Burwell, all’epoca dello scatto segretaria del Dipartimento americano della salute e dei servizi umani) in un laboratorio. Secondo la sostenitrice repubblicana, il teatro di quello scatto è il laboratorio di Wuhan. Ovviamente non è così, ma in molti hanno condiviso quella ricostruzione farlocca.

LEGGI ANCHE > No, Susanna Ceccardi non ha mai detto che i Puffi sono comunisti

Il tweet da cui tutto è partito risale al 1° luglio, ma in Italia è stato notato solamente negli ultimi giorni. Giusto il tempo di rendere virale quella che è, a tutti gli effetti, una palese bufala. Ecco il testo del post social e l’immagine.

Obama e Fauci nel laboratorio di Wuhan, la bufala

Abbiamo già detto che la foto è reale. Non si tratta di un’immagine modificata: Obama e Fauci (ma non in compagnia con Melinda Gates, moglie di Bill Gates, come invece sostenuto da altre persone sui social) si trovavano veramente nel 2015 all’interno di un laboratorio. Ma non si tratta di Wuhan. Come spiegato, infatti, da FactaNews, l’immagine risale al dicembre del 2014 e non in Cina. Lo scatto immortala Obama e Fauci in compagnia della dottoressa Nancy Sullivan dell’Istituto nazionale della Salute nel Maryland. Maryland, Stati Uniti.

Soldi al laboratorio di Wuhan?

Nel posto repubblicano-complottista, si fa riferimento a 3,7 milioni di dollari versati dal governo Obama in favore del laboratorio di Wuhan nel 2015. Ma non così. L’allora Presidente degli Stati Uniti assegnò 3,25 milioni di dollari a un’organizzazione no profit, la EcoHealth Alliance, per uno studio sul salto di specie dei virus dal pipistrello all’uomo, per favorire lo studio di medicinali in merito. Solo una piccola parte di quel fondo venne devoluto all’Istituto di virologia di Wuhan. Inoltre, quella sovvenzione venne ribadita anche da Donald Trump nel 2019: fondi interrotti (in linea con i tempi) lo scorso aprile.

(foto di copertina: da Twitter)