I volti di Non una di meno a Roma, contro la violenza sulle donne | VIDEO

di Redazione | 23/11/2019

Un femminicidio ogni 72 ore. È questo il dato che si sta maggiormente diffondendo in vista della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Anche a Roma, coordinate da Non una di meno, sono tante le persone che sono scese in piazza, nel lungo corteo “femminista e transfemminista contro la violenza patriarcale, istituzionale, economica e ambientale” che per il quarto anno consecutivo ha animato le strade della Capitale, da Piazza della Repubblica a Piazza San Giovanni.

Non una di meno, il corteo a Roma per il quarto anno consecutivo

Abbiamo raccolto le testimonianze e abbiamo guardato negli occhi di donne che sono arrivate da tutta Italia per portare il loro contributo alla causa. Abbiamo ascoltato la storia del centro anti violenza di Viareggio, ad esempio, che ci ha raccontato di come siano sempre più in aumento le denunce da parte delle donne che subiscono violenza, non soltanto tra quelle più giovani, ma anche tra le over 70. Sono loro a spiegarci che, nel 90% dei casi, il carnefice presenta le stesse caratteristiche: nazionalità italiana, volto insospettabile, posizione rispettabile all’interno della società.

Ma ci sono anche donne con il velo, che chiedono che in Italia si rispetti la costituzione e si dia tutela alle migranti, nel rispetto della Carta fondamentale dei diritti dell’uomo. Le realtà che sono scese in piazza oggi sono davvero varie e diverse, tutte portatrici di un contributo originale. Tutte loro ci ricordano che non stiamo facendo abbastanza per la tutela di un diritto che, in una comunità moderna e democratica, dovrebbe essere diretta conseguenza dello scorrere della vita. E che invece si trasforma in una lotta a ostacoli, dove l’orco è dietro l’angolo.

FOTO e VIDEO di Ilaria Roncone per Giornalettismo