«Noemi non è più in pericolo di vita». La bella notizia data dai medici

di Enzo Boldi | 20/05/2019

Noemi
  • È stata sciolta la prognosi sulla piccola Noemi: non è più in pericolo di vita

  • L'ottima notizia è stata comunicata dai medici dell'Ospedale Santobono di Napoli

  • Tra sette giorni il nuovo bollettino medico, poi il ritorno nella sua casa e tra i suoi giochi

A Napoli si attendeva da giorni questa notizia che finalmente è arrivata: la piccola Noemi non è più in pericolo di vita. I medici dell’Ospedale Santobono che hanno curato la piccola di quattro anni, rimasta ferita da un proiettile nell’agguato del 3 maggio scorso, hanno sciolto la prognosi sulle condizioni di salute della bambina che si era risvegliata poche ore dopo l’arresto del presunto responsabile di quella sparatoria in piazza Nazionale. La bimba respira autonomamente e non ha più bisogno dell’ossigeno.

LEGGI ANCHE > Noemi si è svegliata e ha chiesto le sue bambole

«La piccola è sveglia, cosciente e si alimenta autonomamente. La bambina – riporta il bollettino medico rilasciato dal personale medico dell’Ospedale Santobono di Napoli – respira spontaneamente senza necessità di supporto di ossigeno. I parametri vitali sono stabili e il quadro clinico è in miglioramento. La prognosi quoad vitam è sciolta. Il prossimo bollettino sarà diramato tra 7 giorni». Una notizia attesa, soprattutto dopo quel risveglio che aveva fatto commuovere l’Italia, stretta attorno a lei e alla sua famiglia dopo quella vile sparatoria di cui è rimasta incolpevole vita.

La piccola Noemi non è più in pericolo di vita

Le condizioni della piccola Noemi erano apparse molto gravi fin dall’arrivo in Ospedale. Il proiettile aveva colpito i suoi polmoni, rendendole impossibile la respirazione autonoma. Attraverso una lunga e delicata operazione chirurgica per estrarre il proiettile e saturare il polmone, i medici del nosocomio napoletano sono riusciti a salvare la sua vita, anche se l’esito dell’operazione non garantiva una percentuale di successo del 100%. Alla fine, però, la bambina ce l’ha fatta, scampando alla morte e a quella sparatoria in pieno centro a Napoli che l’ha vista come incolpevole vittima della follia criminale di un uomo che, pur di portare a termine la propria missione, non ha esitato a colpire una bimba che stava passeggiando con la propria nonna.

Tra sette giorni il nuovo bollettino medico

Tra sette giorni il nuovo bollettino medico, con la piccola Noemi che dovrà attendere ancora alcuni giorni per poter tornare nella propria casa. L’operazione e la ferita subita era troppo grave per accelerare i tempi, quindi i medici hanno preferito tenerla in Ospedale per qualche altro giorno. Poi potrà rientrare nella sua camera da letto e giocare con tutti quei giochi. Potrò tornare a essere bambina, uno status che quel proiettile criminale voleva toglierle.

(foto di copertina: Fabio Sasso/ZUMA Wire)

TAG: Napoli, Noemi