Neymar pubblica tutte le sue conversazioni intime con la donna che lo ha accusato di stupro

di Redazione | 02/06/2019

Neymar
  • Neymar è stato accusato di stupro da una ragazza brasiliana

  • Il calciatore ha pubblicato le sue conversazioni intime con la donna

  • Aveva davvero il diritto di farlo?

Se la donna che ha accusato Neymar, il calciatore del Paris Saint Germain di stupro, ha sporto denuncia nei suoi confronti, l’attaccante ha approfittato del suo ruolo pubblico per provare a chiarire quello che, secondo lui, è stato un tentativo di estorsione e di raggiro nei suoi confronti. In sette minuti di video pubblicato su IGTV, via Instagram, Neymar ha spiegato di essere accusato di stupro, una parola molto forte, ma che la situazione è questa.

LEGGI ANCHE > La denuncia di una ragazza a San Paolo: «Neymar mi ha violentata»

Neymar ha pubblicato la sua conversazione WhatsApp con la donna che lo ha accusato di stupro

Per questo ha deciso di raccontare ai propri fan e followers quello che gli sta capitando nelle ultime ore. Il calciatore ha detto che ha voluto raccontare la sua versione per tutelare la propria immagine e quella della sua famiglia. E per supportare il suo racconto, ha anche pubblicato gli screenshot con tutte le conversazioni via WhatsApp avute con la ragazza, con tanto di foto e di video intimi che, ogni  tanto, fanno capolino tra i messaggi di testo e gli audio.

«Sono momenti intimi – ha aggiunto – ma è necessario mostrarli per dimostrare che non è successo nulla. È stata una trappola e ci sono cascato: spero serva di lezione per il futuro». La ragazza bionda ha inviato più volte a Neymar dei suoi video di nudo e delle sue fotografie, che il calciatore ha mostrato: «Subito dopo questo video vedrete tutti i messaggi, tutto quello che è successo quel giorno e gli altri a seguire. Quello che è successo quel giorno è stato un rapporto tra uomo e donna, entro quattro mura, qualcosa che succede ad ogni coppia. Il giorno dopo non è successo nulla di quello di cui vengo accusato, abbiamo continuato a scambiare messaggi. Mi ha chiesto un ricordo per suo figlio e stavo per prenderlo. Sono rimasto sorpreso da questo. È molto brutto, molto triste, non solo fa male a me ma a tutta la mia famiglia. Non solo denigrare la mia immagine è brutto e triste, ma ciò che sono, chi sono, la natura che ho, il carattere che ho. Sono stato educato molto bene. Essere esposti a questo è molto spiacevole».

Che necessità aveva Neymar di mostrare in pubblico quelle immagini?

È evidente che ci troviamo di fronte a una situazione border-line, con due persone che espongono una versione dei fatti completamente diversa. Ma Neymar aveva davvero il diritto di pubblicare quelle conversazioni private, in un video che è stato visto da quasi 10milioni di persone? Siamo al limite del revenge porn, soprattutto perché il procedimento – con una denuncia per stupro – sembra essere ancora in corso. Neymar avrebbe dovuto consegnare quel materiale alle autorità competenti, senza esporre alla gogna mediatica la donna che gli aveva mandato messaggi, foto e video intimi. Cosa aggiunge questo passaggio all’intera vicenda?

TAG: Neymar