L’infermiere con un patrimonio da 6 milioni di euro

di Redazione | 31/03/2017

infermiere

Un infermiere aveva nelle mani un patrimonio da grande imprenditore. La Dia di Reggio Calabria ha sequestrato beni per circa 6 milioni di euro ad Annunziato Iamonte, di 59 anni, di Melito Porto Salvo, infermiere. Il provvedimento, emesso dal Tribunale – Sezione Misure di Prevenzione su proposta congiunta del procuratore di Reggio Calabria Federico Cafiero de Raho e del direttore della Dia Nunzio Antonio Ferla, scaturisce dalle indagini condotte sull’intero patrimonio dell’uomo, dalle quali sarebbe emersa un’evidente sproporzione tra redditi dichiarati e investimenti effettuati che, secondo gli investigatori, sarebbero di provenienza illecita.

 

LEGGI ANCHE > Le intercettazioni dei jihadisti arrestati a Venezia: «Non vedo l’ora di giurare, sono pronto a uccidere»

 

‘NDRNGHETA, INFERMIERE CON PATRIMONIO DA 6 MILIONI DI EURO

Sarebbe stata accertata, inoltre, la contiguità dell’infermiere alla cosca Iamonte (una vicinanza desunta dalle dichiarazioni di due collaboratori di giustizia, Filippo Barreca e Rocco Nasone) e l’omessa segnalazione di variazioni patrimoniali alla Guardia di Finanza in quanto sorvegliato speciale. Il sequestro ha precisamente riguardato 70 tra fabbricati, appartamenti, cantine e locali, 15 ettari di terreno coltivato, un’auto e rapporti finanziari.

(Foto da archivio Ansa: un agente della Dia durante un sequestro)