Naufragio al largo della Tunisia, almeno 60 migranti annegati

di Gaia Mellone | 10/05/2019

Lampedusa, sbarcano 90 migranti. Matteo Salvini: «Già al lavoro per rispedirli a casa loro»
  • L'imbarcazione è affondata nelle acque internazionali a largo di Sfax in Tunisia

  • A bordo vi erano circa 75 persone

  • I sopravvissuti sono soltanto 16, salvati da un peschereccio

Sono almeno 60 i migranti dispersi dopo un naufragio avvenuto nella giornata di oggi 10 maggio al largo delle coste tunisine. L’imbarcazione sul quale stavano viaggiando è affondata in acque internazionali e sono ora in atto le operazioni di soccorso della Marina tunisina, dopo che i primi sopravvissuti sono stati soccorsi da dei pescatori.

LEGGI ANCHE > La Mare Jonio è entrata in acque italiane e chiede un porto sicuro

Naufragio al largo della Tunisia, almeno 60 migranti annegati

Secondo le prime notizie sono 16 le persone sopravvissute al naufragio avvenuto a 40 miglia dalla città di Sfax in Tunisia. I superstiti sono stati salvati da un peschereccio che si trovava nella zona. Dopo averli presi a bordo li ha trasferiti u una motovedetta della Guardi costiera tunisina arrivata poco dopo insieme alla Marina militare tunisina per mettere in atto le operazioni di salvataggio e recupero.

I migranti sopravvissuti, che verranno trasferiti all’ospedale universitario Sfax Habib Bourguiba, hanno raccontato che a bordo dell’imbarcazione partita da Zwara sulle coste libiche, vi erano 75 persone in totale.

La notizia, lanciata in un primo momento da Alarm phone che rilanciava su twitter l’articolo del quotidiano al-Chourouk , è stata ufficialmente confermata nelle ore successive dal portavoce del ministero della Difesa tunisino, Mohamed Zekri.

 

(credits immagine di copertina: Foto generica ansa)

TAG: migranti