Monte Bianco: rischio crollo del ghiacciaio Planpincieux

di Gaia Mellone | 24/09/2019

Monte Bianco: rischio crollo del ghiacciaio Planpincieux
  • Allarme in Valle D'Aosta per il rischio crollo del ghiacciaio Planpincieux

  • Il sindaco di Courmayeur ha disposto la chiusura di alcune strade e l'evacuazione degli immobili nell'area interessata dal rischio crollo

  • Fenomeno che evidenzia come «la montagna sia in una fase di forte cambiamento dovuto ai fattori climatici»

Una nota diffusa dal sindaco di Courmayeur Stefano Miserocchi ha ordinato l’evacuazione di case e la chiusura di strade nella Val Ferret per il rischio di collasso di una parte del ghiacciaio Planpincieux, sul versante italiano del Monte Bianco.

Monte Bianco: rischio crollo del ghiacciaio Planpincieux

È allarme nella Valee D’Aosta.«A seguito delle segnalazioni pervenute dalle Strutture regionali e dalla Fondazione Montagna Sicura – evidenzia il Sindaco di Courmayeur nella nota – si è rilevato un significativo incremento della velocità di scivolamento del ghiacciaio Planpincieux nell’ultimo periodo». Per motivi « di sicurezza e incolumità pubblica» è stato ordinata la chiusura dalle 19.30 di alcune strade, per la precisione la strada comunale per la Val Ferret e la strada interpoderale per Rochefort,  e l’evacuazione degli immobili nell’area interessata dal rischio del crollo della massa di circa 250 mila metri cubi. La velocità media di picco registrata tra fine agosto e settembre oscilla infatti tra «tra i 50 e 60 centimetri al giorno». «Tali fenomeni testimoniano ancora una volta come la montagna sia in una fase di forte cambiamento dovuto ai fattori climatici – continua la nota – pertanto è particolarmente vulnerabile. Nella fattispecie si tratta di un ghiacciaio temperato particolarmente sensibile alle elevate temperature».

(Credits immagine di copertina:  ANSA / Ufficio Stampa Comune di Courmayeur)