Mattarella, l’abbraccio, l’Italia

di Gianmichele Laino | 14/08/2019

Mattarella
  • Il significato dell'abbraccio di Sergio Mattarella a una familiare delle vittime

  • Il gesto concreto

  • Il messaggio simbolico ai tempi della crisi di governo

L’abbraccio di Sergio Mattarella a una signora, nel corso della cerimonia per ricordare le vittime del crollo del Ponte Morandi a Genova, avvenuto il 14 agosto 2018, rappresenta senz’altro uno dei momenti più significativi della giornata. E ha un forte significato simbolico. Non soltanto perché fa capire al mondo intero quanto l’uomo delle istituzioni sia stato vicino a una tragedia che, prima di essere dramma di un territorio intero, della sua economia e delle sue infrstrutture, è stata una tragedia di carattere umano.

Cosa significa l’abbraccio di Mattarella

L’abbraccio di Sergio Mattarella è idealmente un abbraccio all’Italia. Che a livello istituzionale sta attraversando uno dei momenti più difficili della sua storia. Non si può certo paragonare il dolore di chi ha perso 43 persone in un crollo imponderabile e che non dovrebbe mai verificarsi in un Paese civile a chi invece questo dolore non lo conosce ed è soltanto preoccupato per il destino dell’istituzione democratica che dovrebbe rappresentarlo.

Mattarella, il ponte Morandi e la crisi di governo

Ma l’abbraccio di Mattarella è stato senz’altro un segnale che viene mandato, dal punto di vista della comunicazione per immagini, a tutti coloro che, in questi ultimi gironi, hanno sempre manifestato la loro fiducia nel Quirinale. Il presidente della Repubblica, ottimo padre di famiglia, abbraccia la sua gente. Concretamente, si avvicina a una donna anziana che ha perso gli affetti nel crollo del ponte Morandi. Idealmente, rassicura un Paese intero che, in questo momento, sta perdendo la bussola e i riferimenti istituzionali.

Soltanto ieri, quegli stessi politici che si sono affrettati a dimostrarsi compunti e addolorati nella cerimonia di commemorazione per il ponte Morandi, hanno giocato con la Carta Costituzionale, proponendo soluzioni impraticabili in nome dell’opportunità politica. L’unica difesa che può esserci in una situazione del genere è quella dell’abbraccio sicuro del presidente della Repubblica.

FOTO: ANSA/ LUCA ZENNARO