Sindaco Bucci, la frase in giunta: «Da piccolo annegavo i gattini». Il portavoce: «Frase estrapolata»

di Redazione | 06/09/2019

Marco Bucci
  • Due colleghi di giunta a Genova hanno riferito una frase di Bucci su gatti e cani

  • Il sindaco della città della Lanterna avrebbe raccontato che da piccolo annegava i gattini

  • Poi, il portavoce ha smentito questa ricostruzione

Ve la sareste mai aspettata dal sindaco di Genova Marco Bucci una frase – come quella che è stata riportata ai giornalisti di alcune testate – in giunta in cui raccontava che da bambino metteva i gattini in sacchetti di plastica per lasciarli annegare? Inoltre, il sindaco di Genova avrebbe rincarato la dose, affermando che – con le stecche degli ombrelli – cercava di infilzare anche le mamme-gatto che non riusciva a catturare. Per non farsi mancare niente, esprime un giudizio negativo anche sui cani che, se fosse per lui, dovrebbero essere soppressi.

Marco Bucci e la frase sui gatti e sui cani

Sgomento per delle frasi gratuite di violenza contro gli animali. Un atto che, con il presente ordinamento, costituisce anche un reato. Il maltrattamento di animali, infatti, viene previsto dal codice 544-ter del codice penale e prevede una pena di reclusione da 3 mesi a 18 mesi o di multa da 5mila euro a 30mila euro. La frase di Marco Bucci sarebbe stata pronunciata, in base a quanto rivelato da alcuni testimoni presenti che hanno confermato tutto anche al giornale La Repubblica, in una giunta comunale di agosto.

Successivamente, il quotidiano ha cercato di raggiungere lo staff del sindaco che ha precisato: «La frase non corrisponde al vero. Chi l’ha riferita ha estrapolato e interpretato una frase dal contesto di una conversazione». Insomma, una difesa d’ufficio che, tuttavia, non spazza completamente i dubbi sul fatto che il sindaco di centrodestra di Genova l’abbia veramente pronunciata.

Occorre, comunque, sottolineare come la riunione di giunta non era documentata da video e questa frase sarebbe stata pronunciata off the records, a margine della stessa riunione e – pertanto – non verbalizzabile. Poco più di un pettegolezzo, dunque, che – tuttavia – una volta diventato di dominio pubblico con la trascrizione sui giornali è stato motivo di ampio dibattito.

La reazione degli Animalisti Genovesi alla presunta frase di Marco Bucci

Gli Animalisti Genovesi, un’associazione che si occupa della tutela degli amici a quattro zampe e non solo, hanno prima chiesto le dimissioni del sindaco per questa presunta frase pronunciata in giunta, precisando successivamente in seguito alla smentita: «Il sindaco Bucci smentisce la frase sui gatti dicendo che era solo il racconto di un orribile gioco praticato da altri bambini – scrivono sui propri account Facebook -. Sarà, anche se ci chiediamo cosa possa indurre due persone, tra l’altro colleghi di giunta, a stravolgere il senso di una frase simile e a confidarlo a un giornale, ma comunque prendiamo atto della smentita. Resta però il silenzio sull’altra frase sotto accusa (“io sterminerei tutti i cani”), oltre al vantarsi che la propria giunta non stia facendo nulla contro gli animali (e ci mancherebbe ancora!)». 

Gli Animalisti Genovesi, inoltre, hanno ricordato come in passato il sindaco abbia elogiato alcune cittadine svizzere che avevano aree interdette agli animali domestici.

(Foto: ANSA / LUCA ZENNARO)