Mentre Salvini veniva portato in Ospedale, i suoi social continuavano a pubblicare

16/10/2019 di Enzo Boldi

Nulla di grave per fortuna, solo un grande spavento. Matteo Salvini si è sentito male non appena atterrato all’aeroporto Ronchi – Trieste Airport, dove si era recato per partecipare ai funerali degli agenti di Polizia Matteo Demenego e Pierluigi Rotta uccisi venerdì 4 ottobre in quell’assurda sparatoria all’interno della Questura. I medici hanno escluso gravi patologie e conseguenze per il leader della Lega che, all’uscita dal nosocomio San Polo di Monfalcone, ha ringraziato chi lo ha soccorso e si è rammaricato per questo contrattempo che gli ha impedito di partecipare alla cerimonia funebre per l’ultimo saluto ai due poliziotti. Il malore Salvini, fortunatamente, è stato solamente momentaneo.

LEGGI ANCHE > Matteo Salvini si sente male, trasportato in ospedale a Monfalcone

La buona notizia, dunque, porta a cercare conferme sulle pagine social del segretario e senatore della Lega. Facendo una rapida scorsa sui profili Twitter e Facebook, ci si accorge che nelle concitate fasi del malore Salvini abbia proseguito nella condivisione di post, video e pensieri con i suoi utenti e fan. La cerimonia funebre per i due poliziotti di Trieste ha avuto inizio alle 11.30, dunque il malore non può che esser avvenuto prima. Ma sui social sono proseguite le condivisioni senza soluzioni di continuità.

Malore Salvini, ma i suoi social continuano a pubblicare

Si parte della 9.01, quando sul suo profilo Facebook viene postata la video-denuncia dello sbarco autorizzato dal governo a Taranto per i 176 esseri umani soccorsi dalla Ocean Viking, per poi condividere un articolo contro Soros e le sue donazioni (legittime) alle 10.05. Poi, venti minuti dopo un altro video da Taranto sullo sbarco dei migranti, un post in memoria dei poliziotti uccisi a Trieste alle 11.55 e altri due video, tra le 12.40 e le 13.39 che riportano al duello con Renzi di ieri sera.

E su twitter la situazione non è molto diversa con sei tweet condivisi nel corso delle ultime tre ore e mezza, mentre era in corso il malore Salvini e lui era stato portato in ospedale per poi rassicurare tutti i suoi cari su una sospetta colica renale, molto dolorosa ma fortunatamente curabile.

Lavoratori indefessi anche senza il capo

I social di Salvini, dunque, non riposano mai. Conosciamo la sua macchina in rete, guidata da Luca Morisi, che oggi ha dato dimostrazione di portare avanti la propria opera anche mentre il proprio datore di lavoro è in difficoltà. Anzi, in ospedale. Lavoratori indefessi per la propaganda. Sempre e comunque.

(foto di copertina: ANSA / CESARE ABBATE)

Share this article