L’incontro a Palazzo Chigi tra Di Maio e Zingaretti: sempre più vicino il Conte-2

di Enzo Boldi | 26/08/2019

M5S-Pd

Dopo il vertice interno con i big del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio è partito alla volta di Palazzo Chigi per incontrare Nicola Zingaretti. L’argomento caldo è quello dell’asse M5S-PD per dare vita alla nuova alleanza parlamentare da proporre al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, l’alternativa al ritorno alle urne. Il governo giallorosso passa dagli accordi tra i due partiti che, nelle ultime ore, sembrano aver trovato anche un punto comune (o, comunque, senza aut aut da parte dei dem) sul nome del nuovo (o vecchio) presidente del Consiglio.

Come emerso nel pomeriggio, infatti, Nicola Zingaretti avrebbe allentato la morsa del no categorico attorno alla figura del premier uscente Giuseppe Conte che, per volontà dichiarata da parte del Movimento 5 Stelle, è il nome da cui si vorrebbe ripartire dopo il matrimonio (finito in rissa dialettica) con la Lega. In origine, però, il Partito Democratico aveva messo il veto sul nome del presidente dimissionario, ma i contattati delle ultime ore avrebbero riaperto questa pista.

M5S-PD, l’incontro per la soluzione

E non a caso, nel tardo pomeriggio di domani (alla vigilia delle consultazioni dei grandi gruppi parlamentari al Quirinale), i gruppi dirigenti di entrambi i partiti si riuniranno (in separata sede) per rendere unica la via verso quello che sembra esser sempre di più un governo M5S-PD, nonostante gli stracci volati negli anni, gli insulti e le accuse che si sono protratti anche negli ultimi 14 mesi e i sentimenti discordanti su molte delle tematiche alla base delle rispettive ideologie.

Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti a Palazzo Chigi

A Palazzo Chigi, però, non c’è il presidente del consiglio dimissionario Giuseppe Conte che sta rientrando dal vertice del G7 di Biarritz. Proprio attorno al suo nome e alla sua figura si potrebbe snodare la chiave di volta per il nuovo governo giallorosso, con l’accordo che sarà messo nelle mani di Sergio Mattarella già nelle prossime ore.

Vertice da 20 minuti

L’incontro tra Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti è durato una ventina di minuti. Il primo a lasciare Palazzo Chigi è stato il segretario del Partito Democratico che, però, si è allontanato senza rilasciare alcuna dichiarazione sui contenuti del vertice a due dirigendosi verso il Nazareno per un vertice con gli altri dem. Il Movimento 5 Stelle, secondo l’Ansa, potrebbe chiedere alla base su Rousseau una consultazione online su questo accordo.

(foto di copertina: ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)