Luca Parmitano, nel Moon Day c’è un italiano più vicino alla Luna

di Redazione | 20/07/2019

Luca Parmitano
  • Luca Parmitano prende parte alla missione Beyond e raggiungerà la ISS

  • Proprio nel giorno del Moon Day

C’è un italiano che questo pomeriggio, dopo le 18.28 (ora del nostro Paese), sarà più vicino degli altri alla Luna. Questo proprio il 20 luglio, nel Moon Day. L’astronauta Luca Parmitano, infatti, sta per partire per la stazione spaziale ISS, che avrà l’onore e l’onere di guidare per sei lunghi mesi. Più di 180 giorni nello spazio per Luca Parmitano che sta documentando via Twitter gli istanti immediatamente precedenti alla sua partenza.

LEGGI ANCHE > In attesa della missione Beyond, Luca Parmitano balla con i bambini | VIDEO

Luca Parmitano, l’italiano più vicino alla luna nel Moon Day

Una meravigliosa coincidenza. L’Italia torna a rivedere le stelle proprio nel cinquantesimo anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna. Una circostanza non casuale che rappresenta una sorta di buon auspicio per la missione, che vedrà coinvolti anche altri due astronauti: Andrew Morgan della Nasa e Alexander Skvortsov di Roscosmos.

Cos’è la missione Beyond alla quale partecipa Luca Parmitano

«Non credo in modo particolare nelle coincidenze o nel destino, ma mi affascinano le simmetrie – ha detto Luca Parmitano, 43 anni, che salirà nuovamente a bordo di un vettore che lo porterà nella stazione spaziale internazionale -. Due anni fa con i colleghi abbiamo pensato di inserire nel simbolo della missione Beyond un riferimento all’allunaggio e adesso il cerchio si chiude in un modo che non sarebbe stato possibile immaginare».

Parmitano prenderà parte alla missione Beyond: si tratta della dodicesima missione che coinvolge uno o più astronauti italiani ed è la decima sulla ISS. Il docking – ovvero il momento di arrivo in orbita – è previsto sei ore più tardi e dopo circa altre due ore, l’ingresso di Parmitano, Morgan e Skvortsov nella Stazione, dove si uniranno ai tre colleghi già a bordo: gli americani Christina Koch e Nick Hague e il cosmonauta russo Alexey Ovchinin.

(FOTO dal Twitter ufficiale di Luca Parmitano)