La lettera di Lorella Cuccarini e l’addio alla Vita in diretta: «Ego sfrenato e maschilismo di un collega di lavoro»

26/06/2020 di Gianmichele Laino

Lorella Cuccarini non rinnega le affermazioni "sovraniste" anche se «sono state strumentalizzate»

Lorella Cuccarini, attraverso una mail mandata ai suoi colleghi, ha voluto dare l’addio a La Vita in Diretta, il programma che ha condotto per tutta questa stagione insieme ad Alberto Matano. Già nei giorni scorsi, infatti, sembrava conclusa l’avventura di Lorella Cuccarini nella televisione pubblica. La lettera che, tra gli altri, Leggo ha potuto consultare, contiene dei riferimenti a quanto successo nell’ultimo periodo. Compreso un richiamo a egocentrismo e maschilismo di un collega di lavoro: una definizione che molti mettono in relazione con Alberto Matano, il giornalista che ha condotto insieme alla Cuccarini l’edizione de La Vita in diretta 2020.

LEGGI ANCHE > Lorella Cuccarini batte anche Uomini e donne di Maria De Filippi

Lorella Cuccarini e la lettera in cui dà l’addio alla Vita in diretta

«C’è una ‘prima volta’ alla quale non ero preparata: il confronto con l’ego sfrenato e – sì, diciamolo pure – con l’insospettabile maschilismo di un collega di lavoro – si legge nella missiva -. Esercitato più o meno sottilmente, ma con determinazione. Costantemente. Talvolta alternato ad incredibili (e mai credute) dichiarazioni pubbliche di stima nei miei riguardi. So che tutto questo non devo certo ricordarlo a voi che eravate qui. E se si volesse cercare il perché di tutto questo, non sarebbe certo necessario rivolgersi alla Bruzzone».

Insomma, un addio al veleno, con gli stracci che volano al termine di una stagione televisiva che ha lasciato dietro di sé non soltanto il periodo molto complesso del coronavirus, ma anche un cambio di governo in corso d’opera e a palinsesti già compilati che, inevitabilmente, ha provocato malumori e diversità di vedute.

Per Lorella Cuccarini – che lo ha ricordato anche nella sua mail ai colleghi -, questa sensazione è stata provata per la prima volta a 55 anni. Ritiene pertanto di essere stata molto fortunata rispetto ad altre sue colleghe che hanno affrontato questa realtà molto prima nel corso della loro carriera. Un addio pieno di polemiche, che sicuramente non passerà inosservato.

Share this article