Il coraggio dei passanti, che hanno fermato l’assalitore di Londra prima della polizia

di Redazione | 29/11/2019

Londra
  • Saranno state circa dieci le persone che hanno fermato l'assalitore a Londra

  • Poi, è intervenuta la polizia a neutralizzarlo

L’eroismo, a volte, arriva nei pomeriggi più inaspettati. È successo così che alcuni passanti hanno fermato l’assalitore sul London Bridge a Londra, prima dell’arrivo della polizia. L’attentatore brandiva un lungo coltello tra le mani e, inoltre, aveva sotto al giubbino un rigonfiamento sospetto, ovvero una finta cintura esplosiva, con cui voleva terrorizzare le persone che lo circondavano.

Londra, le persone che hanno bloccato l’assalitore con il coltello

I passanti sul London Bridge si sono catapultati in massa sull’uomo, atterrandolo. Nel frattempo, dopo che era stata avvisata la polizia intorno alle 13.58 ora locale (le 14.58 in Italia), si è avviata una vera e propria colluttazione tra i passanti e lo stesso assalitore. Poi, le immagini che in molti hanno visto e che sono state diffuse sui social network: gli agenti della polizia hanno scaraventato lontano il passante che aveva immobilizzato il presunto terrorista e gli hanno sparato, uccidendolo sul colpo.

Questo, invece, è il racconto visto da una delle persone che passava dal London Bridge sui mezzi pubblici. Da lontano e fuori contesto, la scena non sembrava altro che una rissa in strada, tra diverse persone: «Stavo su un autobus diretto a sud sul London Bridge quando si è fermato improvvisamente perché c’erano persone che attraversavano la strada. Sembrava che ci fosse uno scontro in corso: diverse persone che litigavano tra loro. Poi mi sono resa conto che la polizia stava lottando con un uomo alto e con la barba».

L’eroismo di alcune persone, dunque, ha impedito che il bilancio dell’attacco che a Londra Scotland Yard sta valutando come episodio di terrorismo avesse delle conseguenze ben più gravi: al momento, il bilancio è di un morto e quattro feriti.

TAG: Londra