Come Alessandro Gassmann ha affrontato la presenza del figlio Leo sul palco di Sanremo 2020

di Enzo Boldi | 04/02/2020

Leo Gassmann

Mentre il figlio era sul palco dell’Ariston, a casa c’era qualcuno che fremeva per l’aspettativa. Leo Gassmann, cantante, figlio e nipote d’arte, ha vinto la seconda votazione delle giuria demoscopica conquistando un posto nella semifinale in programma venerdì 7 febbraio. Lui, insieme alla 16enne Tecla, entrano di diritto nel novero dei big di Sanremo 2020 dopo aver trionfato nella categoria nuove proposte. E l’emozione per il padre, Alessandro Gassmann è stata un misto di sensazioni che, alla fine, hanno dato alla luce una grande emozione.

LEGGI ANCHE > Sanremo 2020, Tiziano Ferro emoziona con Volare

Poche parole, pochi caratteri. Un tweet scarno pochi istanti dopo la lettura del risultato della giuria demoscopica letto in diretta da Amadeus. Così Alessandro Gassmann ha voluto commentare – con annessa ironia – il risultato ottenuto dal figlio Leo Gassmann (che ha ottenuto il 54% delle preferenze, contro il 46% dei voti per Fadi). Una sorta di travaglio, multi-gemellare che provoca tensioni ma che, alla fine, porta solamente grande emozione e gioia nella famiglia.

Leo Gassmann vola alle semifinali di Sanremo 2020

«Come se avessi partorito 3 gemelli», corredato da una emoticon della chitarra. Insomma, alla fine è stato un lungo parto con lieto evento finale. Perché le aspettative erano alte su Leo Gassmann che ora, grazie alla sua ‘Vai bene così’ se la vedrà con i grandi della musica italiana che si alterneranno in queste serate sul palco del Teatro Ariston.

(foto di copertina: da diretta Sanremo 2020 + tweet di Alessandro Gassmann)