Legnano, donna aggredisce il suo ex fidanzato con l’acido

di Redazione | 08/05/2019

Legnano
  • Una donna di 38 anni ha aggredito l'ex fidanzato con l'acido

  • La donna era stata raggiunta da una denuncia per stalking

  • Le somiglianze con il caso di Gessica Notaro

Via dei Pioppi, Legnano. Intorno alle 22 di ieri sera, una donna di 38 anni è stata arrestata dai carabinieri per aver ferito gravemente l’ex fidanzato, lanciandogli contro un bicchiere pieno di acido. Um gesto che ha da sempre caratterizzato i delitti passionali e che, in passato – si veda il caso di Gessica Notaro -, era stato fatto da un uomo nei confronti di una donna.

LEGGI ANCHE > Legnano, problema ai cavi dell’alimentazione elettrica: passeggeri del treno a piedi sui binari

Legnano, aggressione con l’acido all’ex fidanzato

L’ex fidanzato in questione è un trentenne e ha riportato profonde ustioni al viso e al torace. Stando alle prime indiscrezioni dei medici, ricìschierebbe addirittura di perdere l’uso di un occhio. La donna si è costituita poco dopo l’intervento del 118 e dei carabinieri. Secondo quanto spiegato dai militari, l’uomo l’aveva lasciata qualche mese fa ma la donna non accettava la fine della relazione e aveva iniziato a perseguitarlo, tanto che a fine aprile scorso l’uomo aveva sporto denuncia nei suoi confronti. Ora, la 38enne, accusata di lesioni personali gravissime e atti persecutori, è stata portata in carcere.

Le somiglianze del caso di Legnano con quello di Gessica Notaro

Tutti ricordano l’episodio che ha riguardato Gessica Notaro e le sue battaglie per ripristinare la verità su casi del genere. Anche la denuncia per stalking fatta dal trentenne in questo caso rappresenta una similitudine con quanto accaduto alla donna di Rimini.

Inoltre, la trentottenne che si è resa protagonista di questa assurda vicenda a Legnano in un primo momento si era allontanata dal luogo dell’aggressione. Una volta tornata in caserma per costituirsi, gli agenti hanno potuto riscontrare la presenza di ustioni di secondo grado anche sulle sue mani, chiudendo il cerchio definitivamente sull’aggressione e sulle sue modalità.

TAG: Legnano