Piazzapulita inguaia la Lega a Ferrara per una consigliera dissidente: «Ti diamo un lavoro in comune e tu ti levi dal c***o»

di Redazione | 16/01/2020

Lega Ferrara

A Ferrara c’è una giunta leghista, guidata da Alan Fabbri, eletto nell’ultima tornata dello scorso 26 maggio. Una testimonianza raccolta dalla trasmissione Piazzapulita getta un’ombra molto lunga sulla Lega Ferrara, proprio alla vigilia delle elezioni regionali. Lo spazio di approfondimento di La7, condotto da Corrado Formigli, questa sera sarà bollente: Anna Ferraresi, una consigliera della Lega di Ferrara dissidente con i vertici della giunta, ha raccontato della proposta ricevuta dal vice capogruppo Stefano Solaroli.

Lega Ferrara, lo scandalo dell’audio a Piazzapulita

Perché la consigliera non avrebbe potuto mantenere il suo ruolo, accettando il lavoro

Quest’ultimo, le avrebbe offerto un posto da dipendente comunale a tempo indeterminato, ovviamente incompatibile con la carica rivestita dalla stessa Anna Ferraresi in consiglio comunale. Secondo la consigliera comunale, infatti, questa mossa sarebbe stata indispensabile per «toglierla dal cazzo», evitando ulteriori imbarazzi al gruppo della Lega a Ferrara. Anna Ferraresi, infatti, nel corso dei suoi interventi in consiglio negli ultimi mesi aveva denunciato più volte il degrado di alcune zone della città.

Lega Ferrara, cosa è stato proposto alla consigliera dissidente

«In poche parole – ha rivelato la donna a Piazzapulita – la proposta è stata: tu ti levi dal cazzo come giustamente, o ingiustamente per meglio dire, il vicesindaco auspicava e noi ti diamo un lavoro». Oltre alla testimonianza della consigliera della Lega, c’è anche un audio in cui si sentono le parole di Solaroli. Quest’ultimo ha proposto alla Ferraresi un posto come hostess nel nuovo servizio di mobilità urbana interno alla città Estense. «Sai che c’è questo nuovo servizio del trenino? – si sente nell’audio – C’è bisogno di una hostess che accolga le persone che vanno sul trenino e spieghi loro un po’ come funziona. A me sei venuta in mente tu, prima di tutto perché sei una rompicazzo, così ti cavo dai coglioni e non ti vedo più».

Il vice capogruppo in consiglio comunale, inoltre, ha fatto riferimento anche al sindaco e al vicesindaco di Ferrara, Alan Fabbri e Nicola Lodi. Entrambi sarebbero stati d’accordo con la proposta fatta. La conclusione, poi, è quasi profetica rispetto all’esito della proposta: «Se lo sputi fuori, mi brucio io».

TAG: Lega