Laura Boldrini: «Il post con la foto di Salvini e il mitra è servito a distrarre»

di Enzo Boldi | 23/04/2019

Laura Boldrini

Lei è spesso finita nel mirino delle strategie comunicative di Matteo Salvini, più volte bersagliata dal leader della Lega e da chi gestisce i suoi canali social. Per questo motivo Laura Boldrini si dice tutt’altro che sorpresa della comunicazione aggressiva, mantra del ministro dell’Interno, culminata nel post condiviso su Facebook dal suo spin Doctor nel giorno di Pasqua. Quella foto di Salvini con in mano un mitra e quel ‘richiamo alle armi’ fatto da Luca Morisi, ha una genesi ben diversa rispetto all’indignazione che ha provocato nelle ore immediatamente successive alla sua pubblicazione.

L’ex presidente della Camera ne ha parlato a Di Martedì, ospite di Giovanni Floris su La7, spiegando come quel post che ha provocato grande rabbia – e difesa a spada tratta da parte dello stesso Salvini – sia esattamente l’apice della strategia comunicativa portata avanti dal team dei social del leader della Lega. Laura Boldrini parla di una vera e propria «arma di distrazione di massa», per gettare fumo negli occhi degli italiani e nascondere i reali problemi del nostro Paese. A partire dall’inadeguatezza del Carroccio e del Movimento 5 Stelle nell’affrontare i temi economici.

Laura Boldrini e l’arma di distrazione di massa di Salvini

Una strategia perfetta, in modo da metter a tacere tutte le opacità e le ombre attorno al caso Siri, indagato per corruzione in Sicilia. Per Laura Boldrini, dunque, la vera arma immortalata in quella foto (che, tra l’altro, non era neanche così recente, quindi la scelta è stata fatta ad hoc) è quella di distrazione per gli italiani, che hanno cambiato obiettivo dimenticando quali siano le vere questioni cruciali che il governo non è in grado di affrontare.

Lo sporco gioco della gogna mediatica per creare consenso

E la strategia aggressiva di Matteo Salvini non è una novità, ma rappresenta il fulcro del suo successo elettorale, andando a solleticare le pance indigeste della gente, toccando temi che provocano indignazione, ma anche scarsa lucidità nel contemplare la realtà dei fatti. E Laura Boldrini ha sottolineato di essere molto cosciente di quello che dice, perché finita più volte in quella gogna mediatica architettata dallo staff di Matteo Salvini.

(foto di copertina: da diretta Di Martedì, su La7)