Due suore rubano dalle casse di una scuola per andare al Casinò di Las Vegas

di Enzo Boldi | 11/12/2018

Suore, Las Vegas
  • Due suore hanno rubato 500mila euro dalle casse di una scuola cattolica in California

  • Volevano viaggiare verso Las Vegas per giocare al Casinò

  • Tradite da un controllo di routine sui conti dell'Istituto

Un lungo furto, continuo, durato dieci anni. È così che due suore hanno messo mani nelle casse di una scuola cattolica di Torrance (in California) sottraendo dai bilanci dell’Istituto oltre 500mila dollari (circa 440mila euro). Non per darsi alla bella vita e al lusso sfrenato, ma per realizzare un loro sogno: viaggiare verso il Nevada e andare a giocare nel Casinò più famoso al mondo, quello di Las Vegas.

Niente vita monastica, quindi, per le due consorelle dell’ordine di San Giuseppe di Carondelet che hanno ben pensato di rubare, nell’arco di dieci anni, una buona parte dei soldi delle iscrizioni e delle rate pagate dai genitori per far studiare i propri figli in una delle scuole più esclusive della California: istituto cattolico St James’ di Torrance. E proprio lì lavoravano le due donne con due ruoli ben distinti, ma evidentemente collegati tra loro.

Le suore che sognavano Las Vegas

Mary Krauper è stata per 29 anni la principale della St James’ Catholic School, mentre la sua consorella Lana Chang ha insegnato in quella struttura per 20 anni. Nel corso di questo ventennio trascorso gomito a gomito, le due suore hanno prelevato – ma la confessione fa riferimento solo all’ultimo decennio – circa mezzo milione di dollari dalle casse della scuola per inseguire il sogno di viaggiare e andare a giocare al Casinò di Las Vegas.

Tradite da un controllo di routine

Il piano sembrava essere studiato nei minimi dettagli. Le due suore avevano creato una sorta di conto parallelo separato, versando lì gli assegni firmati dai genitori per l’iscrizione dei loro figli nella scuola cattolica. Tutto a regola d’arte, ma un controllo di routine sul conto intestato all’Istituto ha fatto emergere la mancanza di buona parte di quei fondi. Insomma, i conti non tornavano e alla fine le indagini hanno incastrato le due suore – da poco in pensione – che hanno confermato il tutto.

(foto di copertina: ANSA / L’OSSERVATORE ROMANO)

TAG: Las Vegas