Iva Zanicchi difende Fausto Leali: «Mussolini, benché dittatore, ha fatto tante cose prima delle leggi razziali»

Il commento dopo le frasi del cantante nella casa del Grande Fratello

di Redazione | 17/09/2020

Iva Zanicchi su Mussolini

Hanno fatto scalpore le dichiarazioni rilasciate da Fausto Leali all’interno della casa del Grande Fratello. Dopo appena 24 ore dal suo ingresso nella trasmissione, il cantante ha sottolineato come Mussolini, al di là delle leggi razziali, avesse fatto tante cose buone e che Hitler fosse un suo fan. Dichiarazioni che hanno chiaramente fatto sollevare un dibattito molto acceso, dal momento che si stava facendo del revisionismo storico sulla figura del dittatore. Ma Iva Zanicchi su Mussolini spezza una lancia in favore del cantante.

LEGGI ANCHE > Fausto Leali al Gf Vip elogia Mussolini: «Hitler era un suo fan» | VIDEO

Iva Zanicchi su Mussolini, il video in cui difende Fausto Leali

Le dichiarazioni di Fausto Leali, infatti, non hanno sollevato un’ondata di sdegno unanime, anzi. C’è qualcuno che ha difeso il cantante di A chi. Iva Zanicchi su Mussolini ha infatti concordato parzialmente con le frasi pronunciate da Fausto Leali. Nel corso di una puntata di Pomeriggio Cinque, in cui si commentava la vicenda, la cantante ed ex europarlamentare di Forza Italia ha affermato: «Devo difendere Fausto Leali – ha detto -. È vero che Mussolini ha fatto le leggi razziali. Ma prima di questo, benché fosse un dittatore, ha fatto tante cose».

I riferimenti? I soliti: le pensioni, la stazione di Milano, l’ospedale di Milano, il quartiere dell’Eur a Roma. Tuttavia, occorre sottolineare che nella stessa trasmissione c’è stato anche l’intervento di Vladimir Luxuria che ha contestato la ricostruzione dei fatti. «Mussolini può anche aver costruito la stazione di Milano. Ma se da quella stessa stazione partivano i treni che portavano le persone nei campi di sterminio, allora tutto quello che ha fatto prima viene cancellato automaticamente».