Mondiale Femminile, Italia-Brasile 0-1: Marta segna su rigore e fa record, ma le azzurre sono prime!

di Enzo Boldi | 18/06/2019

Italia-Brasile

Italia-Brasile termina con la vittoria delle verdeoro grazie al calcio di rigore segnato dalla fuoriclasse Marta. Nonostante la sconfitta, però, le azzurre hanno terminato il girone C al primo posto, garantendosi un incrocio meno proibitivo negli ottavi di finale.

LEGGI ANCHE > Cristiana Girelli, la dj del gruppo azzurro e l’unghia tricolore portafortuna

Italia, Australia e Brasile hanno concluso tutte e tre a sei punti, ma la classifica avulsa ha premiato le azzurre che ottengono un insperato primo posto nel gruppo. Ora si dovranno attendere le ultime partite della fase a gironi (una tra Nigeria, Cina, Cile e Thailandia) prima del match di cui già si conoscono stadio e orario: si giocherà martedì 25 giugno (ore 18) allo Stade de la Mosson a Montpellier.

Italia-Brasile, la cronaca live

SECONDO TEMPO

94′ – Italia-Brasile 0-1: le azzurre vincono il girone nonostante la sconfitta.

90′ +3′ – Australia-Giamaica finisce sul 4-1.

90′ – Saranno 4 i minuti di recupero.

85′ – Protestano le azzurre per un contatto in area avversaria. La direttrice di gara lascia corre e il Var non interviene. Il contatto sembra essere molto dubbio.

84′ – Da Grenoble arriva il quarto gol dell’Australia sulla Giamaica: 4-1.

83′ – Sostituzione per il Brasile: esce l’autrice del gol, Marta, ed entra Luana.

78′ – Ancora un cambio per le azzurre: esce Girelli entra Mauro.

75′ – In questo momento l’Italia è ancora prima nel girone per via della classifica avulsa. Azzurre, Australia e Brasile a 6 punti.

74′ – Vantaggio del Brasile. Marta infallibile dal dischetto. Italia-Brasile 0-1.

72′ – Rigore per il Brasile. L’intervento di Linari che taglia la strada a Debinha. Il Var valuta perché l’intervento è spalla contro spalla, ma poi certifica la massima punizione.

71′ – Nell’altro match arriva il terzo gol dell’Australia che ora conduce 3-1 sulla Giamaica.

70′ – Conclusione al volo di Debinha, la palla finisce facilmente tra le braccia di Giuliani.

66′ – Appena entrata in campo, Beatriz va vicina al gol con un colpo di tacco.Il pallone attraverso lo specchio della porta e termina sul fondo.

65′ – Risponde il Brasile con una sostituzione: entra Beatriz ed esce Cristiane.

63′ – Primo cambio per le azzurre: esce la punta Giacinti ed entra Bergamaschi. Girelli nuova attaccante centrale.

61′ – Buona azione personale sulla fascia destra di Guagni, ma un rimpallo fa finire il pallone sul fondo prima del suo cross.

56′ – Kathellen pericolosa di testa su azione di calcio piazzato. La sua incornata finisce, per fortuna delle azzurre, sul fondo.

52′ – Traversa per il Brasile. Il calcio di punizione dal limite dell’area di Andressinha colpisce il legno e si perde sul fondo. Pericolo per le azzurre.

49′ – A Grenoble la Giamaica accorcia le distanze (1-2) sull’Australia. Un gol utile anche per la differenza reti in vista di una possibile classifica avulsa.

46′ – Inizia la ripresa senza cambi. L’Italia guadagna subito un corner.

PRIMO TEMPO

45’+1′ – Duplice fischio. Partita equilibrata in termini di occasioni, anche se le brasiliane hanno mostrato un miglio gioco. Italia-Brasile: 0-0

43′ – Sull’altro campo arriva il raddoppio dell’Australia. La classifica rimane invariata (Italia 7, Australia 6, Brasile 4, Giamaica 0).

40′ – Occasionissima Bonansea. Bonansea colpisce al volo il cross di Guagni. Barbara si fa trovare pronta e respinge d’istinto.

39′ – Check Var per un possibile rigore. L’intervento di Linari nell’area di rigore azzurra, però, non viene giudicato falloso.

37′ – Fase di stanca della partita con l’Italia che resta alta in pressione per evitare pericoli.

29′ – Girelli si gira in area di rigore e batte Barbara. Il suo fuorigioco, però, era netto. Italia-Brasile ancora sullo 0-0.

24′ – Cernoia mette un pallone teso a rientrare al centro dell’area. Nessuna azzurra si fa trovare pronta e il cross si perde non distante dal palo.

23′ – Le brasiliane continuano a tenere le redini del gioco. Le azzurre provano a ragionare e rallentare il ritmo.

17′ – Super parata di Giuliani che di istinto devia sopra la traversa un colpo di tacco geniale di Debinha. L’istinto della nostra azzurra salva il risultato Italia-Brasile 0-0.

15′ – Prima ammonizione per le azzurre: il cartellino giallo è stato mostrato a Bartoli per un intervento pericoloso su Debinha.

14′ – Nell’altra partita del girone, l’Australia è passata in vantaggio sulla Giamaica. Ora la classifica del gruppo C è: Italia 7, Australia 6, Brasile 4, Giamaica 0.

13′ – Primo giallo del match: ammonita Santos de Oliveira.

10′ – Ottima ripartenza delle azzurre. Bonansea imprendibile sulla fascia sinistra, il suo cross basso viene respinto dalla difesa brasiliana.

5′ – Reazione delle azzurre. Contropiede partito da Gama, poi lo scambio tra Girelli e Giacinti che libera Bonansea. Il suo destro da fuori area viene deviato in corner da Barbara.

4′ – Ancora Brasile pericoloso sulle fasce. Questa volta il cross arriva dalla destra e Guagni è costretta a spazzare sul fondo. Secondo calcio d’angolo in pochi minuti per le verdeoro.

3′ – Marta danza sul pallone e il Brasile insiste attaccando dalla fascia sinistra guadagnando un corner.

1′ – Fischio d’inizio. Il Brasile prova subito con la circolazione veloce e il possesso palla. Le azzurre provano subito con il pressing.

Ecco le formazioni ufficiali

ITALIA (4-3-3): Giuliani; Bartoli, Linari, Gama, Guagni; Cernoia, Giugliano, Galli; Bonansea, Giacinti, Girelli. Ct. Milena Bertolini.
BRASILE (4-5-1): Barbara; Leticia Santos, Kathellen, Monica, Tamires; Ludmila, Andressinha, Thaisa, Marta, Debinha; Cristiane. Ct. Vadao

 

Il Pre-partita

Italia-Brasile riporta alla mente epiche sfide della Nazionale maschile di calcio che hanno portato a gioie e dolori. Ora è il turno della Nazionale femminile che Stade du Hainaut di Valenciennes si gioca il primo posto nel girone proprio contro le ragazze verdeoro. Le nostre calciatrici, guidate in panchina Milena Bertolini, hanno conquistato sei punti nelle prime due partite di questi Mondiali 2019 in terra francese. Un bottino che è andato ben oltre le aspettative e che ci ha permesso di qualificarci agli ottavi di finale con un turno di anticipo. Ora, con la gara di questa sera, si deciderà se come prima o seconda nel girone. Le brasiliane, infatti, hanno perso contro l’Australia (dopo la vittoria facile all’esordio contro la Giamaica) e si trovano a tre lunghezze dall’Italia.

Le combinazioni per passare come prime del girone

Alle azzurre, quindi, basterebbe anche un solo punto per accedere alla fase a eliminazione diretta come prima nel girone, evitando l’incrocio con la fortissima Norvegia – seppure priva della stella Ada Hegerberg, vincitrice dell Pallone d’Oro al femminile e star del Lione che ha vinto l’ultima Champions League -, andando a pescare una delle migliori terze degli altri gironi (al momento, in attesa del completamento della prima fase, si tratta di Nigeria, Cina e Argentina). Vincere o pareggiare per mettersi al riparo da brutte sorprese e proseguire verso il sogno tricolore. Ma potrebbe bastare anche una sconfitta delle azzurre per mantenere, comunque, il primato nel girone. Se Italia-Brasile dovesse concludersi con la vittoria delle verdeoro con un solo gol di scarto e l’Australia dovesse battere la Giamaica con meno di quattro gol di differenze, la classifica avulsa premierebbe ancora le nostre azzurre. Calcoli da ragioniere che le nostre calciatrici non faranno, vedendo la grinta messa in campo nelle prime due partite.

La stella Marta e il record di Klose

La sfida al Brasile sembrava essere proibitiva fino allo scorso anno. Le ragazze sudamericane, anche per tradizione storica, hanno maggior esperienza internazionale. Dopo la vittoria nell’ultima Copa America della scorsa estate, il Brasile è entrato in un tunnel durato nove partite di fila: nove sconfitte in amichevoli e tornei di secondo piano. A interrompere questo filotto negativo è stata proprio la prima gara di questo Mondiale, con il successo per 3-0 sulla Giamaica, prima della sconfitta in rimonta – da 2-0 a 2-3 – contro l’Australia. Nonostante l’ultimi match perso, però, le verdeoro hanno trovato un motivo per entrare nella storia: la loro stella Marta (al secolo Marta Vieira da Silva) ha realizzato su rigore il suo gol numero 16 in cinque edizioni diverse dei Mondiali. Un risultato raggiunto solamente al maschile dal tedesco (ex Lazio) Miroslav Klose.

(foto di copertina: da profilo Twitter della Nazionale femminile di calcio)