Scontri Inter-Napoli, arrestato l’uomo che aveva investito Belardinelli

di Gaia Mellone | 18/10/2019

È stato arrestato l’uomo che il 26 dicembre 2018 travolse e uccise con il suo Suv il tifoso Daniele Belardinelli: si tratta di un ultrà napoletano.

Scontri Inter-Napoli, arrestato l’uomo che aveva investito Belardinelli

LEGGI ANCHE> Per la rissa che ha portato alla morte di Daniele Belardinelli arrivano le condanne per 4 tifosi interisti

Daniele Belardinelli morì durante i violenti scontri tra ultrà che precedettero la partita Inter-Napoli il 26 dicembre 2018 e che si consumarono in Via Novara, a pochi chilometri dallo stadio di San Siro. Venne investito da un Suv, alla cui guida c’era Fabio Manduca. L’ultrà napoletano di 39 anni è stato arrestato all’alba di venerdì 18 ottobre nella propria abitazione con l’accusa di omicidio volontario, durante le indagini relative alla morte del tifoso si era sempre avvalso della facoltà di non rispondere. Grazie ad un lungo  e minuzioso lavoro sui filmati ottenuti dalle telecamere della zona e all’analisi di alcune intercettazioni telefoniche, la Digos è riuscita a individuare Manduca come l’uomo alla guida della Renault Kadjar, che avrebbe “puntato” e investito volontariamente l’ultrà del Varese Daniele Belardinelli, passando poi sul corpo del 39enne. A incriminarlo anche gli esiti di alcune perizie biologiche disposte dal gip in incidente probatorio e l’incrocio di altre versioni date da alcuni indagati.

(Credits immagine di copertina:  ANSA/ YOUTUBE ; striscione in curva  ANSA/MATTEO BAZZI