Gonzalo Higuain lascia l’Argentina con polemica: «Qualcuno sarà contento»

di Enzo Boldi | 28/03/2019

Higuain
  • Gonzalo Higuain ha deciso di dire addio alla Nazionale argentina

  • Lo fa in polemica con tutti quelli che lo hanno sempre criticato

  • Momento difficile anche al Chelsea. Nel suo futuro c'è un ritorno al River Plate

Il messaggio sembrava esser stato già lanciato in occasione dell’ultima sosta dei campionati, quando le Nazionali di tutto il mondo hanno partecipato alle varie partite di qualificazione ai rispettivi tornei continentali o hanno affrontato alcune amichevoli. Nella lista dei convocati dell’Argentina per la doppia sfida al Venezuela (del 22 marzo) e al Marocco (26 marzo) mancava il nome di Gonzalo Higuain che, dopo un periodo difficile al Milan non è riuscito a imporsi neanche al Chelsea. Una fase di appannamento che lo ha portato anche a una dolorosa decisione: dire addio alla sua Nazionale. E lo ha fatto polemicamente.

LEGGI ANCHE > Cristiano Ronaldo si ferma all’improvviso: è allarme infortunio per la Juventus

«Il mio ciclo con la nazionale argentina è finito qui, adesso voglio godermi la mia vita e la mia famiglia – ha comunicato Higuain in un’intervista rilasciata a Fox Sport Argentina -. Per la gioia di tanti il mio ciclo è finito, ora possono smettere di preoccuparsi se ci sono o meno, e pensare a chi ci sarà sperando che facciano il bene della nazionale. Ho parlato con Scaloni quando è diventato Ct e gli ho detto il mio punto di vista». Una decisione che sembra essere irremovibile, al contrario di quanto fatto in almeno due occasioni dal suo ex compagno nell’albiceleste Lionel Messi, tornato a vestire la maglia dell’Argentina proprio in occasione delle due amichevoli della scorsa settimana.

Higuain lascia la nazionale argentina

Il Pipita torna a parlare dell’esperienza al Mondiale che lo ha profondamente segnato e che sembra essere stata la causa della sua decisione di lasciare l’Argentina: «Si parla di più dei gol che ho sbagliato rispetto a quelli che ho fatto, ho sempre dato tutto per la nazionale. Quelli che mi criticano sono gli stessi che hanno esultato per il gol al Belgio. Con l’Argentina – prosegue Higuain – penso di aver fatto buone come, sono convinto di non avere fallito. Ho giocato ai Mondiali, ho perso finali, in tanti mi hanno criticato, ma io sono a posto con la coscienza, perché so di avere dato tutto per la maglia dell’Argentina».

Un ritorno al River Plate?

Il momento di Gonzalo Higuain non sembra essere dei migliori neanche al Chelsea dove è arrivato durante il mercato di Gennaio dalla Juventus. A Londra lo ha voluto fortemente Maurizio Sarri, ma anche lì non sta più trovando la continuità dei suoi primi due anni in bianconero e di quelli straordinari di Napoli. Ora l’argentino ha 31 anni e il suo futuro potrebbe essere proprio in patria, in quel River Plate che lo ha cresciuto e lanciato nel grande calcio.

 

(foto di copertina: archivio Dpa da Mondiale 2018)