Siria, l’attivista e segretaria del Partito Futuro siriano Hevrin Khalaf uccisa in un agguato

di Gaia Mellone | 13/10/2019

Siria, l'attivista e segretaria del Partito Futuro siriano Hevrin Khalaf uccisa in un agguato

Hevrin Khalaf era una delle attiviste per i diritti delle donne più note nella regione, ed era anche segretario del Partito Futuro siriano. La donna politica del Rojava, che si batteva tra le altre cose anche per la coesistenza pacifica fra curdi, cristiano-siriaci e arabi, è stata vittima di un agguato, probabilmente da parte dell’Isis che l’aveva presa di mira da molto tempo.

Siria, l’attivista e segretaria del Partito Futuro siriano Hervin Khalaf uccisa in un agguato

LEGGI ANCHE>Siria, l’inviato del Corriere: «I turchi hanno sparato contro i giornalisti»

Secondo le prime dichiarazioni rilasciate dai suoi consiglieri, Hevrin Khalaf sarebbe stata uccisa da una granata mentre si dirigeva verso Kobane. Secondo altre ricostruzioni, la donna politica è stata vittima di un agguato: il Toyota che la trasportava è stato ritrovato crivellato di colpi e secondo alcuni testimoni Hevrin Khalaf sarebbe stata fatta scendere dalla vettura e poi uccisa trivellandola a colpi di mitragliatrice. In rete circolano diversi video del momento dell’agguato e della sua morte. Il mezzo era stato fermato da un gruppo di uomini armati sull’autostrada M4, verso Qamishlo, un tratto che, come spiega La Stampa, è stato per diverse ore sotto il controllo del gruppo jihadista Ahrar al-Sharqiya «in questa fase alleato della Turchia e responsabile di altre esecuzioni sommarie». Non è da scartare l’ipotesi che l’esecuzione sia stata voluta proprio dall’Isis, di cui alcune cellule si sono riattivate al confine dopo l’invasione turca, che aveva presa di mira la donna come una «miscredente» per le sue convinzioni politiche e le sue lotte a favore dei diritti delle donne.

Credits immagine di copertina: Twitter Caki@_Caki__)

TAG: Siria