Il successo de ‘La grande nemica’. Il libro sul caso Boldrini va in ristampa

di Enzo Boldi | 17/12/2019

Grande nemica

I bulli e i cyberbulli no pasaran. Il successo del libro scritto da Flavio Alivernini è la testimonianza di come una parte dei cittadini si stia destando, stia alzando la testa decidendo di non affrontare temi come il cyberullismo in maniera passiva. La Grande Nemica – Il Caso Boldrini è arrivato al tutto esaurito e, adesso, la casa editrice ha annunciato la sue decisione: quel libro andrà in ristampa. Una boccata d’ossigeno per chi ha compreso che dentro a quel testo non ci sia nulla di politico. Si tratta, infatti, di un tema che parte da una persona ben definita – come l’ex presidente della Camera – per raccontare un malcostume che si ripropone quotidianamente sui social (e non solo).

LEGGI ANCHE > Flavio Alivernini, il collaboratore della Boldrini: «Vi spiego perché #IoBalloConLaura»

«Mi hanno comunicato che La Grande Nemica andrà in ristampa – ha detto l’autore, Flavio Alivernini, a Giornalettismo -. Non posso che esserne orgoglioso». Il suo libro racconta il funzionamento dell’eco-sistema digitale: un mondo che, da qualche anno a questa parte, occupa la nostra quotidianità per via della continua e inevitabile esposizione social.

La Grande Nemica andrà in ristampa

«Avevo concepito il testo come una cassetta degli attrezzi per tutti quei giovani che vivono quotidianamente i social e subiscono devianze e aggressioni – ha proseguito Flavio Alivernini -. Come quello che è successo a Laura Boldrini, più volte attaccata su Facebook e Twitter da questi cyberbulli». L’autore ha scelto il caso dell’ex presidente della Camera perché, curando la sua comunicazione, si è trovato ad affrontare in prima persona queste deviazioni social improntata su una deriva dell’odio.

La missione del libro di Alivernini

Solo che, come spiegato a Gtt, Laura Boldrini ha «avuto la forza e i mezzi per difendersi». Molti giovani, invece, non hanno queste possibilità e, come raccontano le pagine di cronaca, non riescono e non possono reagire. Ed è proprio per questo motivo che Alivernini, con La Grande Nemica, vuole lanciare un messaggio ai ragazzi: «Devono sapere che i bulli non sono fighi, ma sono persone che quando vengono messe davanti alle loro responsabilità tendono a scappare». L’invito, dunque, è a denunciare sempre. E la vasta eco e il successo del suo libro non possono che far altro che aprire gli occhi a un mondo sempre più orbo per colpa dell’odio.

(foto di copertina: da Peoplepub)