Rientrato l’allarme bomba vicino all’Acquario di Genova

di Enzo Boldi | 13/12/2018

Acquario Genova
  • Intorno alle 10 è scattato un allarme bomba vicino all'Acquario di Genova

  • Un auto sospetta, probabilmente rubata, era stata parcheggiata sotto la Sopraelevata Aldo Moro

  • La strada era stata chiusa per i controlli, ma le verifiche hanno scongiurato il pericolo

Pochi minuti fa è rientrato l’allarme bomba a Genova che ha paralizzato la città. Era stata chiusa al traffico in entrambi i sensi di marcia la strada Sopraelevata Aldo Moro per un allarme bomba nella zona del Porto Antico, a poche decine di metri dall’Acquario. A far scattare l’allarme è stato il rinvenimento di un auto sospetta, probabilmente rubata, parcheggiata proprio sotto la strada sopraelevata, che collega il levante al ponente della città. Sul posto sono intervenuti gli artificieri della polizia, che poi hanno portato a termine il sopralluogo facendo rientrare il pericolo.

L’allarme era scattato intorno alle 10 di questa mattina, quando un auto sospetta ha destato l’attenzione della polizia. Dai primi rilievi, infatti, la vettura abbandonata era stata rubata qualche tempo fa.  L’allarme ha portato alla chiusura della sopraelevata Aldo Moro e  l’interdizione a veicoli e mezzi pubblici di piazza Caricamento. La chiusura al traffico della Sopraelevata di Genova (che passa sopra la zona di Caricamento) in entrambi i sensi di marcia ha provocato forti ripercussioni sul traffico del centro città.

Rientrato l’allarme bomba a Genova

vigili del fuoco e gli artificieri hanno effettuato i rilievi del caso per verificare se la presenza di quell’automobile rubata e parcheggiata sotto alla strada sopraelevata che collega i due lati della città di Genova sia innocua, per scongiurare l’allarme bomba lanciato fin dai primi minuti. Gli artificieri hanno aperto la vettura, una Fiat Punto, e hanno appurato che non c’era nessun pericolo. La Sopraelevata Aldo Moro è stata riaperta, riuscendo a decongestionare il traffico che si stava accumulando nel centro della città.

(foto di copertina: ANSA / ANDREA BUSI)