Tutte le teorie su Jon Snow in Game Of Thrones (dopo il finale della quinta stagione)

di Valentina Spotti | 16/06/2015

jon snow morto

Game of Thrones

ha salutato tutti i suoi fan in tono lugubre e, sopratutto, lasciandoli con il fiato sospeso: l’ultimo episodio della quinta stagione, Mother’s Mercy, è andato in onda domenica sera su HBO ed è terminato con una scena straziante di cui, per il momento, non si conosce l’epilogo, nemmeno se si sono letti tutti i libri di George R.R. Martin. Una scena che ha per protagonista proprio Jon Snow.

jon snow morto
Foto: HELEN SLOAN – HBO 2015

 

***ATTENZIONE SPOILER***

 

JON SNOW È MORTO? –

Nell’ultima scena della puntata 5×10 di Game of Thrones abbiamo visto Jon Snow pugnalato ripetutamente da Olly e dai Guardiani della Notte: Jon Snow è morto? Può morire il personaggio principale della serie? La teoria che propone Erin Whitney sull’edizione americana dell’Huffington Post è questa: Jon Snow muore alla fine dell’ultimo episodio della quinta stagione di Game of Thrones, esattamente come accade nell’ultimo capitolo de La danza dei draghi (il quinto libro della saga delle Cronache del ghiaccio e del fuoco). La morte del Lord Comandante non stupisce troppo i lettori più appassionati della saga che, appunto, potrebbero trovare alcuni indizi nei libri di George R.R. Martin: qualora Jon fosse davvero morto, potrebbe tornare in un altro corpo o addirittura risorgere. Ecco alcune teorie:

Jon Snow è vivo.

quando si parla di Game of Thrones, non abbiamo mai la certezza della morte di un personaggio, a meno che non sia stato decapitato. Forse nella stagione 6 o 7 potremmo scoprire che Jon è sopravvissuto.

Jon Snow diventa Spettro.

Una delle teorie più popolari avanzate dai fan sulla morte di Jon Snow vede la sua anima reincarnarsi nel corpo del suo lupo, Spettro. Qualche indizio lo si può dedurre dalle ultime frasi de La danza dei draghi:

Jon cadde sulla ginocchia. Trovò l’impugnatura del pugnale e lo estrasse dal suo corpo. Nella fredda aria della notte la ferita emanava vapore. «Spettro», sussurrò. Il dolore lo invase. Quando il terzo pugnale lo aveva colpito tra le spalle aveva emesso un gemito ed era caduto faccia a terra nella neve. Non aveva sentito il quarto pugnale. Solo il freddo…

Perché Jon non ha mai sentito il quarto pugnale? La teoria vedrebbe Jon immediatamente reincarnatosi in Spettro, e quindi insensibile al dolore. Per via del legame tra il lupo e il Lord Comandante, potrebbe essere che Spettro abbia un legame con l’anima di Jon, come lascia intuire Melisandre nella sua profezia:

Ora è un uomo, ora un lupo, ora è di nuovo un uomo

Se così fosse, potremmo non vedere più Kit Harington nella prossima stagione, ma soltanto sapere che la sua anima è reincarnata nel corpo di Spettro.

Jon Snow risorge.

Questa teoria si declina in diversi modi: c’è chi crede che l’anima di Jon possa reincarnarsi in Spettro per poi risorgere o rinascere nel suo corpo originario. Tutto è possibile. Molti fan credono che potrebbe essere Melisandre a far risorgere il corpo di Jon, una teoria supportata dal fatto che lei, ora, si trova alla Barriera. Un’altra teoria vede la sacerdotessa impegnata in un tentativo di farlo risorgere ma, fallendo, poterà il corpo nelle segrete di ghiaccio della Barriera (che non sono ancora state mostrate nella serie tv). Altre teorie vedrebbero Jon fatto risorgere da Bran e da Bloodraven o addirittura da Lady Cuoredipietra.

Jon rinasce dal fuoco.

Un fan del Forum del Ghiaccio e del Fuoco sostiene che, subito dopo essere stato pugnalato, il suo corpo verrà bruciato immediatamente – la possibilità che Jon possa unirsi alle Ombre Bianche sarebbe un incubo, ma è effettivamente una possibilità. Ma se davvero Jon è figlio di Lyanna Stark e Rhaegar Targaryen – come vuole una delle teorie più accreditate tra i fan della saga – avrebbe nelle vene il sangue dei Targaryen, e sarebbe quindi in grado di rinascere dal fuoco, esattamente come Daenerys non è stata intaccata dal fuoco durante la nascita dei draghi, alla fine della prima stagione. In questo caso, l’anima di Jon potrebbe passare da Spettro direttamente al suo corpo.

Jon Snow potrebbe unirsi alle Ombre Bianche.

Questa teoria è stata suggerita direttamente da Vanity Fair: alla fine dell’ottavo episodio della quinta stagione il Re della Notte guarda Jon intensamente, come se ci fosse una sorta di connessione tra i due. In questo caso il Re della Notte potrebbe far risorgere Jon nel corpo di un’Ombra Bianca, intuendone il suo potenziale. Si tratta però di una speculazione che non trova nessun riscontro nella realtà, dal momento che né Dan Weiss, né David Benioff sanno cosa abbia in serbo George R.R. Martin per il futuro di Jon Snow.

Jon Snow potrebbe guidare le Ombre Bianche.

Un’altra teoria di Monika Ponjavić, fan della prima ora di Game of Thrones, vede Bloodraven come fautore della resurrezione di Jon. La sua rinascita, tuttavia, risveglierà il drago di pietra e il drago di ghiaccio e Jon potrà usarli per guidare le Ombre Bianche contro Daenerys e i suoi draghi.

JOHN SNOW NON CI SARÀ NELLA SESTA STAGIONE DI GAME OF THRONES –

Qualunque sorte attenda Jon Snow, sappiamo per certo che Kit Harington non sarà presente nella sesta stagione di Game of Thrones. Entertainment Weekly ha parlato con l’attore britannico, il quale ha confermato che non parteciperà ai prossimi episodi della serie: «Mi hanno detto che sono morto – ha detto – Sono morto. Non tornerò nella prossima stagione, è tutto quello che posso dirvi». Alcune indiscrezioni pubblicate da The Hollywood Repoter vedevano Harington confermato nel cast della sesta e settima stagione di Game of Thrones, ma l’attore ha smentito ogni cosa, classificandoli come «rumor inaccurati». Ovviamente, potrebbe anche essere che Jon Snow sia semplicemente “morto-morto”, e che il suo personaggio cessi di esistere nonostante la sua centralità nella storia. Dopotutto, tutti gli uomini devono morire. Almeno fino a quando non ci saranno altre indiscrezioni.

(Photocredit copertina: HELEN SLOAN – HBO 2015)