Virginia Raggi e quel filmato per accusare Zingaretti. Ma l’impianto di rifiuti è quello sbagliato | VIDEO

di Enzo Boldi | 07/07/2019

Virginia Raggi
  • Virginia Raggi prova a screditare Zingaretti sui rifiuti, ma gira il video in una location sbagliata

  • Il filmato girato davanti a un centro smaltimento che non è inserito nell'elenco della Regione

  • Una vera e propria gaffe dal titolo: «Ecco perché i rifiuti restano per le strade di Roma»

L’idea di Nicola Zingaretti per ripulire Roma dai rifiuti – e dall’emergenza che va avanti da diverso tempo – in soli sette giorni sembrava esser abbastanza forte e di difficile realizzazione. Un’evidenza su cui, anche giustamente, la sindaca della capitale ha detto la sua. Poi, però, nel tentativo di screditare le parole del governatore della Regione Lazio – nonché segretario del Partito Democratico – la prima cittadina è voluta scendere in campo in prima persona, mostrando uno degli impianti – che è ancora chiuso – che dovrebbe garantire lo smaltimento di questi rifiuti accumulati. Peccato che il video girato ad Aprilia sia completamente errato, dato che quello stabilimento non è nell’elenco dei siti indicati nell’ordinanza della Regione Lazio. E la gaffe Raggi è servita.

LEGGI ANCHE > Ma Raggi e Zingaretti vogliono pulire Roma in 7 giorni o no?

«Eccoci, è sabato pomeriggio, i cancelli sono chiusi, l’impianto è fermo. È la prova che questa ordinanza non funziona. Zingaretti ha preso in giro tutti i romani – ha tuonato Virginia Raggi davanti ai cancelli chiusi davanti al cancello chiuso di uno stabilimento di gestione rifiuti di Aprilia, a sud della capitale -. Noi dovevamo venire qui a scaricare i nostri rifiuti. I camion lavorano, gli operai Ama raccolgono, ma continuano a non sapere dove buttare i rifiuti. Questa è la verità».

Gaffe Raggi, prova a screditare Zingaretti ma gira video in un posto sbagliato

La verità, invece, è che si tratta di una vera e propria gaffe Raggi. La sindaca, infatti, ha girato quel video davanti a un impianto che non è nella lista di quelli indicati da via della Pisana (sede della Regione Lazio) nella sua ordinanza – firmata da Nicola Zingaretti – venerdì pomeriggio. In sintesi: per screditare l’ambizioso piano del segretario del Partito Democratico, Virginia Raggi ha attraversato Roma, è arrivata fino ad Aprilia e ha girato un video-denuncia che, in realtà, non denuncia nulla. Fa sorridere anche il titolo di quel video: «Ecco perché i rifiuti restano per le strade di Roma». Forse perché è la stessa prima cittadina a non sapere di cosa sta parlando. Il video, infatti, è stato girato davanti alla stazione per il trattamento di carta e vetro della Eco Aprilia e non ai cancelli di Rida Ambiente che, invece, inizierà a operare seguendo l’ordinanza da domani.

Il sito di Aprilia, quello vero, inizierà a lavorare da lunedì

E a fargli notare la gaffe è stato l’amministratore di Rida Ambiente di Aprilia, Fabio Altissimi, che gestisce il vero impianto che dovrà occuparsi di lavorare i rifiuti che arriveranno da Roma: «La prossima volta, semmai avrà la voglia di venirci a trovare, saremo lieta di poterla ospitare». Una risposta dal sapore ironico dopo lo scambio di strutture – volontario o meno – di cui si è resa protagonista Virginia Raggi.

(foto di copertina: da video pubblicato da Virginia Raggi su Facebook)