Corsi di formazione manageriale: il metodo migliore per formare nuovi manager

Per formazione manageriale si intende quella formazione destinata a coloro che intendono ricoprire una posizione di gestione e controllo delle risorse e del capitale umano

03/09/2021 di Giorgia Giangrande

Esistono diversi tipi di corsi per la formazione manageriale, ma è necessario comprendere quello più adatto per raggiungere gli obiettivi che ci si è prefissati. Solo in questo modo è possibile farsi largo nella ormai ampia concorrenza presente nel mondo del lavoro. È risaputo, infatti, che oggigiorno non basta avere la laurea, specialmente se si ha intenzione di ricoprire questi ruoli apicali all’interno di organizzazioni pubbliche o private.  

LEGGI ANCHE > Parola al social media manager di Giuseppe Conte

Chi è il manager? 

È doveroso fare chiarezza su chi sia effettivamente il manager e qual è il suo lavoro. In modo generale è possibile definire il manager come colui che guida e dirige un gruppo di lavoro, un determinato comparto. Si tratta di una persona in grado di assumersi responsabilità e di prendere le decisioni giuste, ma non è un lavoro che si improvvisa. Il ruolo del manager infatti, prevede doti personali come la dinamicità ed il pragmatismo, che devono essere consolidate attraverso anni di esperienza oppure grazie a corsi come quelli compresi nell’offerta di formazione manageriale SDA Bocconi. La figura del manager, inoltre, incarna la visione aziendale, ed è capace di gestire le informazioni al fine di definire e raggiungere gli obiettivi conciliando efficienza ed efficacia.  Inoltre, è fondamentale precisare un aspetto importante in merito al ruolo del manager.

In molti credono che sia un lavoro apicale ed in qualche modo solitario, ma non è affatto così. Essere manager significa anche, e forse soprattutto, lavorare in sinergia con le altre risorse, pertanto uno degli obiettivi della figura manageriale è quella di creare un clima cooperativo, nel quale le informazioni circolano e non vi siano malumori che potrebbero influire negativamente sul lavoro. Il manager deve essere anche un innovatore: rispetto ad alcuni anni fa, il mercato infatti cambia ancora più rapidamente, pertanto è necessario per colui che sta a capo di un comparto farsi veicolo dei processi innovativi, trasmettendo alle risorse del team la capacità di reagire in maniera positiva e propositiva. In parole povere, il manager deve svolgere anche il ruolo di “guida” della business unit o dell’azienda e portarla verso il raggiungimento degli obiettivi prefissati. 

 L’importanza di un corso di formazione manageriale 

La formazione manageriale, come già detto, è un pilastro fondamentale per ampliare le conoscenze e le competenze, e diventare un buon manager. Non si tratta di un lavoro manuale, occorre avere un complesso di conoscenze e capacità ampie. Ovviamente nessun ruolo, in nessuna azienda, può essere improvvisato, ma questo vale ancor di più per un ruolo strategico e così particolare come quello del manager. Le attitudini e le competenze personali, infatti, anche se intrinseche in un determinato soggetto, devono essere implementate e veicolate al fine di formare una figura manageriale. Anche un professionista che ha un percorso differente, oppure un neolaureato, ha necessità di un corso specifico per la formazione manageriale.

In più le Business School non provvedono solo ad insegnare nozioni teoriche, ma anche a creare opportunità di apprendimento pratico, attraverso le relazioni con professionisti del settore. Occorre precisare, infatti, che non servono solamente conoscenze teoriche per svolgere questo lavoro ma anche competenze pratiche che possono essere apprese solamente sul campo. Ovviamente non tutti i corsi di formazione manageriale sono uguali. Esistono corsi generici e corsi più specifici, che permettono di acquisire competenze peculiari in determinati settori. I corsi possono essere frequentati in aula, ma alcuni sono proposti anche in modalità online. Spesso si tende a sottovalutare le opportunità sul web, ma esse costituiscono una valida alternativa se non è possibile seguire le lezioni in classe. 

Share this article
TAGS