Alghero, lascia il finestrino aperto e viene multato per «istigazione al furto»

di Gaia Mellone | 28/06/2019

Alghero, lascia il finestrino aperto e viene multato per «istigazione al furto»
  • A ricevere la curiosa multa è Riccardo Ricci, 76enne in vacanza ad Alghero

  • Aveva lasciato il suo Suv parcheggiato con il finestrino abbassato

  • Si tratta di una violazione del Codice della Strada

Guai a dimenticare il finestrino aperto dell’auto: che sia per far uscire il caldo dal veicolo, o per disattenzione, si commette una violazione del codice della strada. Lo ha scoperto a sue spese un uomo ad Alghero, multato per «istigazione al furto».

LEGGI ANCHE > Il semaforo giallo dura poco? La multa vale lo stesso

Alghero, lascia il finestrino aperto e viene multato per «istigazione al furto»

Una storia incredibile, che ha lasciato basito non solo Renato Ricci, 76 anni, che dovrà pagare la multa di 41 euro, ma anche i negozianti che hanno assistito alla scena. Quando è sceso con il suo cane l’uomo di Sassari, che si è trasferito a Torino da giovane ma che stava passando l’estate ad Alghero in vacanza con la moglie, si è visto una bella multa lasciata sulla sua auto parcheggiata in via Kennedy. La sanzione motivata dalla violazione dell’articolo 158 del Codice della strada, che recita l’obbligo del conducente ad «adottare tutte le opportune cautele» durante la sosta e la fermata «atte a evitare incidenti e a impedire l’uso del veicolo senza il suo consenso». Tradotto: Ricci aveva lasciato il finestrino della sua auto abbassato, e per questo è stato multato per «istigazione al furto».

Sembra quasi una barzelletta, ma la violazioni in effetti c’è. Nonostante abbia cercato di contestarla ai vigili, Ricci ha dovuto accettare di pagare la sanzione di 41 euro, poiché non si tratta di un abuso da parte del vigile. Unica consolazione: avendo pagato entro i 5 giorni, ha potuto usufruire dello sconto e versare solo 29 euro. E stando a quanto riportano i media locali, pare che il suo Suv sia ancora in via Kennedy, ma con i finestrini rigorosamente alzati, per scoraggiare malintenzionati e vigili esperti, un po’ zelanti.

(credits immagine di copertina: foto generica da archivio ANSA / MATTEO BAZZI))