Fabrizio Corona torna in carcere

di Redazione | 25/03/2019

  • Fabrizio Corona era uscito dal carcere perché in affidamento terapeutico

  • Il giudice della Sorveglianza ha stabilito che le violazioni erano troppe

  • La prossima settimana verrà messo in discussione l'affidamento

Fabrizio Corona torna in cella: troppe le violazioni secondo il magistrato del Tribunale di Sorveglianza Simone Luerti che già a febbraio lo aveva diffidato. Lunedì 25 marzo il re dei paparazzi è stato prelevato dai carabinieri dal suo appartamento, la prossima settimana verrà discusso se revocargli l’affidamento terapeutico.

Fabrizio Corona è tornato in carcere: troppe violazioni

Una volta lasciata la sua cella, Fabrizio Corona non sembra aver dato molto peso alle avvertenze che gli avevano lanciato dal Tribunale. Il paparazzo infatti era uscito dal carcere in affidamento terapeutico, per curare la sua dipendenza psicologica da cocaina. Eppure, sembrava in costante tournée: serate nei locali, eventi legati al suo libro e ospitate in televisione. Una violazione dietro l’altra, tanto che il magistrato Simone Luerti a febbraio aveva già emesso una diffida contro l’imprenditore, vietandogli di lasciare la Lombardia almeno fino al 30 marzo, né per serate né per partecipare a programmi televisivi.

Il risultato è che domenica Fabrizio Corona era ospite de Non è l’arena di Giletti ma in collegamento da casa propria, mentre a gennaio si era recato, tempore in collaborazione con la stessa trasmissione, nel boschetto della droga di Rogoredo, e sempre a gennaio si era fatto riprendere di fronte alla cartaria di San Vittore. A dicembre invece, dopo essere stato autorizzato a recarsi nella provincia di Vicenza, ha allungato il viaggio fino ad Udine. Tutti comportamenti che secondo il magistrato Luerti denotano «colpevole ed eccessiva superficialità», tanto che la settimana prossima l’affidamento verrà messo in discussione.

(credits immagine di copertina: ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)