Di Maio furioso con la Raggi: «Aiuti i romani e non i rom»

di Gianmichele Laino | 08/05/2019

Di Maio contro raggi
  • Luigi Di Maio non ha gradito la presenza di Virginia Raggi a Casal Bruciato

  • Avrebbe detto: "Aiuti i romani e non i rom"

  • Parole che sono state criticate da diverse componenti politiche

C’è un retroscena piccante sulla visita di Virginia Raggi a Casal Bruciato, dove ha voluto incontrare la famiglia di 14 rom che ha avuto accesso, con diritto, all’alloggio nelle case popolari dell’area. Stando alle voci di corridoio raccolte dall’agenzia Adnkronos – da sempre molto ben informata sulle vicende in casa M5S – ci sarebbe stato un durissimo sfogo di Di Maio contro Raggi sulla vicenda di Casal Bruciato.

Di Maio contro Raggi sulla sua visita a Casal Bruciato

Chi ha ascoltato le parole del vicepremier e capo politico dei pentastellati avrebbe riportato questa sua dichiarazione all’agenzia di stampa: «Virginia Raggi aiuti i romani e non i rom», descrivendo il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico come particolarmente nervoso, addirittura adirato contro il sindaco esponente del suo stesso partito.

Oggi, Virginia Raggi si era avvicinata all’appartamento, era entrata al suo interno e aveva parlato con i 14 componenti della famiglia che ha avuto accesso all’alloggio. Poi, insultata dalle urla degli abitanti del quartiere, se n’è andata scortata dalle forze dell’ordine. Scene che, evidentemente, non sono piaciute a Luigi Di Maio che avrebbe pronunciato queste parole contro la sindaca di Roma.

Lo strano comportamento di Di Maio contro Raggi

Un comportamento che, tuttavia, sembra piuttosto strano, soprattutto quando si pensa che – nell’ultimo periodo – per rimarcare le differenze tra M5S e Lega, Luigi Di Maio aveva parteggiato per una linea di recupero dei voti a sinistra, particolarmente attenta ai temi sociali e ai diritti dei più deboli. Il caso di Casal Bruciato, tuttavia, smentirebbe questa sua scelta, soprattutto dopo il caso delle dimissioni di Armando Siri che sembrano aver riportato la quiete nei rapporti tra M5S e Lega.

Non sono mancate le prime reazioni alle parole di Luigi Di Maio. Stefano Fassina, consigliere comunale di Roma, in modo particolare ha criticato il leader del M5S: Caro Di Maio – ha scritto Fassina su Twitter – che squallore: scarichi Virginia Raggi su una battaglia di civiltà per qualche voto in più. Puntavi a recuperare a sinistra, perdi sempre più credibilità. La maggioranza approvi Piano Nazionale per le case popolari. Combatti i palazzinari, non i più deboli».

FOTO: ANSA/GIUSEPPE LAMI