Critic’s Choice Awards, C’era una volta a Hollywood di Tarantino e tutti i premiati

di Thomas Cardinali | 13/01/2020

In vista degli Oscar continua la stagione dei premi e il frontrunner continua ad essere C’era una volta a Hollywood di Quentin Tarantino, che dopo il Golden Globe per la miglior commedia musicale è stato premiato come miglior film ai Critic’s Choice Awards. Questo è un premio assegnato da circa 350 critici del Nord America e può avere una valenza importante nell’influenzare i voti per gli Oscar, le cui nomination saranno assegnate proprio quest’oggi, 13 gennaio.

L’altro grande favorito agli Oscar, che ha vinto il Golden globe come miglior film drammatico è 1917 di Sam Mendes, che si è aggiudicato il premio come miglior regista in un sorprendete ex aequo con Bong Joon-ho per Parasite. Conferme per gli attori con Joaquin Phoenix, Renée Zellweger, Brad Pitt e Laura Dern dopo i trionfi dei Golden Globe. Attenzione perché alla sceneggiatura originale vince Quentin Tarantino, mentre quella adattata va a sorpresa a Greta Gerwig per Piccole Donne. E The Irishman? Primo squillo per il film di Martin Scorsese che si aggiudica il riconoscimento per il miglior cast d’insieme, anche se non è più il favorito agli Oscar dopo la debacle dei Golden Globes.

Critic’s Choice Award

  • Miglior film: C’era una volta a… Hollywood
  • Miglior attore: Joaquin Phoenix, Joker
  • Miglior attrice: Renée Zellweger, Judy
  • Miglior attore non protagonista: Brad Pitt, C’era una volta a… Hollywood
  • Miglior attrice non protagonista: Laura Dern, Storia di un matrimonio
  • Miglior giovane attore/attrice: Roman Griffin Davis, Jojo Rabbit
  • Miglior cast: The Irishman
  • Miglior sceneggiatura originale: Quentin Tarantino, C’era una volta a… Hollywood
  • Miglior sceneggiatura non originale: Greta Gerwig, Piccole donne
  • Miglior fotografia: Roger Deakins, 1917
  • Miglior scenografia: Barbara Ling, Nancy Haigh, C’era una volta a… Hollywood
  • Miglior montaggio: Lee Smith, 1917
  • Migliori costumi: Ruth E. Carter, Dolemite Is My Name
  • Miglior trucco e parrucco: Bombshell
  • Migliori effetti visivi: Avengers: Endgame
  • Miglior film d’animazione: Toy Story 4
  • Miglior film d’azione: Avengers: Endgame
  • Miglior commedia: Dolemite Is My Name
  • Miglior sci-fi/horror: Noi
  • Miglior film straniero: Parasite
  • Miglior canzone: Glasgow (No Place Like Home), A proposito di Rose – (I’m Gonna) Love Me Again, Rocketman
  • Miglior colonna sonora: Hildur Guðnadóttir, Joker