Coronavirus: oltre 2mila i decessi, ma c’è qualche segnale di speranza

16/03/2020 di Daniele Tempera

Un bollettino ancora drammatico, ma che lascia qualche piccolo segnale di speranza. Sono 2470 i nuovo casi positivi al Covid-19 in Italia, alla cifra mancano i dati di Puglia e della Provincia Autonoma di Trento come espresso dal Capo della Protezione Civile, ma sembra che la crescita non proceda al momento in modo esponenziale e nel trend si incomincia a intravedere qualche piccolo cambio di rotta. In totale i positivi al nuovo Coronavirus in Italia ammontano a 23.073, di questi 10.197 sono in isolamento domiciliare e 1861 in terapia intensiva. Ammontano invece purtroppo a 349 i decessi della giornata di oggi, una stima drammatica che porta il numero dei decessi a 2158.

C’è bisogno di qualche giorno per vedere se il trend è in flessione

«Abbiamo bisogno ancora di qualche giorno per vedere se le misure, nelle quali crediamo tantissimo, siano sufficienti a invertire la rotta » ha dichiarato il dottor Franco Locatelli, direttore del Consiglio Superiore di Sanità nel corso della consueta conferenza stampa della Protezione Civile, aggiungendo « quello che possiamo dire è che probabilmente senza queste misure avremmo avuto ad oggi una crescita ancora più marcata». Locatelli ha poi ringraziato i donatori di sangue, ribadendo di come il plasma sia importantissimo in questo momento e i sanitari al lavoro. «Quel che è certo è che le nostre limitazioni sono state prese di fatto a modello anche all’estero, in molti stanno adottando le nostre stesse misure di contenimento» aggiungendo «Non è possibile al momento darci un orizzonte temporale, non sappiamo se il virus sopravviverà comunque, quel che è certo è che stiamo facendo il possibile per evitare la congestione del nostro Sistema Sanitario Nazionale. Tanto più saremo bravi ad adottare le misure di contenimento, tanto più il picco sarò meno drammatico».

Share this article