Due sardi accusati di truffa per un incidente con un cinghiale congelato

di Enzo Boldi | 10/10/2019

Cinghiale scongelato

Non dire cinghiale se non ce l’hai nel sacco. Parafrasando u vecchio detto popolare dedicato ai gatti, si può riassumere la storia che arriva dalla Sardegna, più precisamente dalla provincia di Sassari. Forse sfruttando l’appeal mediatico di notizie simili che affollano le pagine delle cronache (sarde e non solo), due uomini sono stati accusati di truffa per aver simulato un incidente automobilistico con un animale di grossa stazza. Peccato che il consulto del veterinario abbia smentito la ricostruzione fatta dalla due persone che hanno denunciato l’accaduto. Ed ecco che la storia del cinghiale scongelato diventa una notizia ancor più imbarazzante del presunto incidente stesso.

LEGGI ANCHE > Cinghiali invadono l’autostrada A1 e provocano un incidente mortale

La vicenda è stata ricostruita dall’Unione Sarda che ha raccontato con dovizia di particolare l’intera vicenda che ha l’amaro sapore del paradosso che non sembra finire benissimo per i tre protagonisti. I primi due sono i due sorsesi che hanno denunciato l’incidente sulla Provinciale 90, la Santa Teresa – Castelsardo; il terzo è quel povero cinghiale scongelato che sarebbe stato ucciso due volte: prima fisicamente, poi per via dello sfruttamento che ne sarebbe stato fatto della sua carcassa.

La presunta truffa del cinghiale scongelato

Il veterinario interpellato per effettuare i consueti esami sul corpo degli animali vittime di urti con le automobili, avrebbe sottolineato come quel cinghiale sarebbe arrivato già morto sul punto dell’impatto denunciato dai due cittadini sardi. E come ha fatto ad arrivare a questa conclusione? Perché la carcassa dell’animale risultava essere ancora fredda al momento dell’arrivo dei soccorsi. Non per motivi fisici, ma perché appena scongelata.

Le interiora congelate e le ferite non compatibili

I due sorsesi, infatti, avevano raccontato che l’incidente era stato provocato da quel cinghiale che improvvisamente aveva attraversato la carreggiata. Peccato che le ferite sul suo corpo non sono state attribuibili a quell’urto e, inoltre, le sue interiora risultavano congelate al momento dei riscontri. Ed ecco perché la storia del cinghiale scongelato rischia di costare molto caro.

(foto di copertina: Lino Mirgeler/dpa)

TAG: Sardegna