Carlo Sibilia ha rivelato che alle superiori si è fatto le canne

di Redazione | 15/01/2019

carlo sibilia fumava canne
  • Carlo Sibilia è intervenuto nella trasmissione Un giorno da pecora

  • Il deputato M5S ha detto che da ragazzo fumava le canne

  • L'appello a Salvini per cambiare idea sulla proposta di legge di Matteo Mantero

Carlo Sibilia del Movimento 5 Stelle si è reso protagonista di tante uscite sopra le righe nel corso della sua carriera politica. Oggi, ha raccontato una sua esperienza giovanile che farà senz’altro discutere. Intervistato dalla trasmissione di Radio Rai Un giorno da pecora, il deputato pentastellato – attuale sottosegretario al ministero dell’Interno – ha affermato di aver fumato le canne quando frequentava ancora le scuole superiori.

Carlo Sibilia fumava canne alle superiori

«Se mi sono mai fatto una canna? Sì, assolutamente, quando ero alle scuole superiori – ha affermato sicuro Carlo Sibilia -. Secondo me deve esser vista come una pianta che ha un principio attivo e che aiuta anche nelle malattie. Se il suo consumo fosse davvero ben regolato, se ne potrebbe parlare non solo con scopi curativi, ma anche per fini ludici».

Inoltre, il contenuto del messaggio di Carlo Sibilia è anche politico e non soltanto frutto di uno scambio semiserio con i conduttori di Un giorno da pecora. Sibilia, infatti, ha provato a sensibilizzare Matteo Salvini sull’utilizzo della cannabis e sulla proposta di legge del deputato M5S Matteo Mantero, depositata qualche giorno fa. L’intento, da parte dei pentastellati, è quello di sottrarre il mercato della cannabis alla criminalità organizzata. Una proposta che ha incontrato il favore di diverse associazioni.

La posizione di Carlo Sibilia sulla proposta Mantero e il tentativo di convincere Salvini

Matteo Salvini, tuttavia, non si è lasciato persuadere e ha negato in maniera risoluta che l’approvazione di questa legge possa essere cosa concreta in futuro, sostenendo che la legalizzazione della cannabis non trova spazio nel contratto tra Lega e Movimento 5 Stelle: «Salvini è contrario? – ha chiesto Sibilia – Forse perché capisce che c’è un problema di sicurezza. Ma se noi lo trattiamo come la soluzione a quel problema ci possiamo convincere tutti. Con lui ne parleremo sicuramente».

La rivelazione di Carlo Sibilia sul suo passato, ovviamente, ha fatto sorridere. La confessione non può certo essere paragonata alle sue uscite/gaffe clamorose sui social network (come le perplessità sullo sbarco sulla luna, oppure la definizione di Giorgio Napolitano come di un boss, passando per la sua posizione sui vaccini), ma scommettiamo che sarà argomento di dibattito e meme sui social network.