Dalle parole ai fatti, Candreva ha fatto il versamento a Minerbe

di Redazione | 10/04/2019

Antonio Candreva

Antonio Candreva mette a tacere tutti. E passa dalle parole ai fatti. L’esterno offensivo dell’Inter ha effettuato il versamento per la bambina di Minerbe a cui era stato dato da mangiare del tonno e dei cracker perché i genitori non avevano pagato l’assegno della mensa scolastica. La decisione di portare avanti questo trattamento era stata presa dal sindaco leghista della città in provincia di Verona, Andrea Girardi.

Antonio Candreva ha effettuato il versamento a Minerbe

Oggi, è stato lo stesso sindaco a comunicare l’avvenuto versamento da parte del calciatore, che si era offerto di pagare la mensa per la bambina straniera, conquistandosi gli elogi di gran parte di politici e commentatori e tuttavia attirandosi anche qualche critica sovranista estremamente spinta.

Ora, stando alle parole del sindaco, il contributo versato da Antonio Candreva verrà devoluto alla scuola elementare di via Roma a Minerbe. Stando a quanto aveva raccontato nei giorni scorsi il sindaco Andrea Girardi, un buono pasto costa 5 euro e 40 centesimi: in base alla dichiarazione Isee, tuttavia, il Comune rimborsa il 50 o il 40 per cento nei casi più complessi.

Il versamento di Antonio Candreva, dunque, non si è limitato esclusivamente a coprire la spesa della mensa per la ragazzina, ma ha avuto evidentemente una portata più ampia, messa dunque a disposizione delle attività scolastiche. Un gesto encomiabile, che tuttavia non basta a cancellare l’onta a cui è stata sottoposta la ragazzina minorenne dalle istituzioni della propria comunità.