Calenda come Putin e Luca Morisi lo prende in giro: «Giovani salvinisti crescono»

di Redazione | 26/02/2019

Calenda
  • Carlo Calenda pubblica una foto in costume da bagno, su un laghetto alpino

  • Viene presentata come una sfida ai sovranisti

  • Botta e risposta con il social media manager di Matteo Salvini Luca Morisi

Possiamo anche «essere europei», ma se poi facciamo la comunicazione di Matteo Salvini dimostriamo a chi cerca davvero qualcosa di diverso che la strada da seguire non è poi quella giusta- Carlo Calenda posta sui suoi account social una fotografia in costume, in un laghetto alpino. E la lancia con questo copy: «Chi l’ha detto che solo i sovranisti (quelli originali, i nostri al massimo mangiano nutella) fanno il bagno nell’acqua ghiacciata?!», con tanto di hashtag #orgoglioprogressista.

LEGGI ANCHE > Orfini firma il patto di Calenda: «A nome di tutto il PD»

Il tweet ‘sovranista’ di Carlo Calenda

Due i riferimenti chiari che ha voluto dare l’ex ministro dello Sviluppo Economico. Il primo è al principe dei sovranisti nel mondo, ovvero Vladimir Putin. Il presidente russo, infatti, è famoso per ottemperare a un’usanza locale del proprio Paese nel giorno dell’Epifania: quella di fare un bagno in costume in acque ghiacciate. Una citazione di nicchia, tutto sommato, che però si accompagna a un’altra frecciata ai ‘sovranisti made in Italy’.

Il battibecco con Luca Morisi, social media manager di Matteo Salvini

Il riferimento alla Nutella non può che essere indirizzato su Matteo Salvini e alle sue numerosissime foto sui social network in cui compie gesti quotidiani – come mangiare pane e Nutella, appunto, anche in giorni in cui non ci sarebbe proprio da stare allegri – e in cui si dimostra ammiccante al pubblico del web.

Un riferimento che, evidentemente, ha attirato l’attenzione del guru della comunicazione social del ministro dell’Interno, Luca Morisi. Quest’ultimo ha voluto provocare l’ex ministro e candidato alla creazione di un soggetto progressista che superi i tradizionali confini di partito rispondendo direttamente sul suo account Twitter: «Piccoli salvinisti crescono».

Guanto di sfida prontamente raccolto da Carlo Calenda, che ha risposto così:

In tanti, in ogni caso, gli hanno mostrato come la sua comunicazione via social network non si distanzi effettivamente così tanto da Salvini. Fino a questo momento, uno dei punti di forza di Carlo Calenda è stato quello di avere una comunicazione basata sul contenuto. Per questo motivo si era creato una community molto fidelizzata sui social network. Virare su modelli già conosciuti di social media strategies può avere anche effetti indesiderati.

[Foto dall’account Twitter di Carlo Calenda]