Laura Boldrini querela Alessandro Meluzzi per aver diffuso una bufala sui «morti occidentali e quelli musulmani»

di Enzo Boldi | 22/07/2019

Boldrini querela Meluzzi
  • Alessandro Meluzzi ha condiviso un vecchio articolo bufala contro Laura Boldrini

  • Il pezzo di ImolaOggi è datao 26 settembre 2014 e stravolge alcune dichiarazioni dell'allora Presidente della Camera

  • Si parla di Isis e terrorismo, ma per il sito avrebbe sminuito i morti cristiani da quelli islamici

Quando il dibattito ‘politico’ va a scavare nel profondo di bufale già smentite in passato per sfamare e dissetare le folle piene di odio, vuol dire che il circuito democratico è andato fuori controllo. Per questo motivo Laura Boldrini ha deciso di querelare lo psichiatra Alessandro Meluzzi – già deputato nelle file di Forza Italia e simpatizzante di Giorgia Meloni e di Fratelli d’Italia – per una notizia falsa (che risaliva al 2014) – condivisa lunedì 22 luglio sulla sua bacheca Twitter. Una vecchia ricostruzione forzata di una dichiarazione (di cui c’è anche un video che conferma lo stravolgimento delle parole dell’ex presidente della Camera) sui morti occidentali paragonati a quelli musulmani. La misura era colma e dopo numerosi attacchi, Laura Boldrini querela Meluzzi.

LEGGI ANCHE > Quando Boldrini chiedeva a Moavero di Savoini in un’interrogazione parlamentare di un anno fa

«Meluzzi, sono un collaboratore di Laura Boldrini che è occupata in Aula. La informo che la stiamo per querelare per la bufala che ha diffuso con il suo tweet. Buona giornata». Questo il testo del messaggio inviato direttamente allo psichiatra e criminologo, volto noto della televisione per le sue apparizioni nelle trasmissioni Mediaset ‘Quarto Grado’ e simili. Ma cosa ha condiviso per portare Laura Boldrini ad annunciare la querela nei suoi confronti?

 

Boldrini querela Meluzzi per una vecchia fake news condivisa quest’oggi

Boldrini querela Meluzzi per aver condiviso questo articolo di ImolaOggi (che riporta, in calce, la fonte padania.net che ora risulta inesistente), datato 26 settembre 2014, costruito come una vera e propria bufala stravolgendo le parole pronunciate dall’allora Presidente della Camera dei deputati. Si tratta di un suo intervento in una conferenza  dal titolo ‘Le crisi a Gaza e in Siria: l’impatto umano – La prospettiva dell’Unrwa e degli operatori’ in cui racconta alcune sue esperienze umanitarie nei Paesi islamici. Il titolo del pezzo, che corrisponde anche al lancio del tweet di Meluzzi, recita: ‘Boldrini: Le decapitazioni dei cristiani secondarie rispetto alle sofferenze dei musulmani’.

L’articolo stesso che smentisce la sua bufala

Cosa assolutamente falsa. Una bufala costruita stravolgendo le parole dell’ex presidente della Camera. E a confermare la ricostruzione faziosa di quell’articolo è l’articolo stesso che, in alto, riporta il video dell’intervento di Laura Boldrini in cui parla delle decapitazioni agli occidentali. Ecco il filmato condiviso su Youtube dall’Agenzia Vista.

E, a questo proposito, Boldrini non solo condanna le violenze sui cristiani, ma ricorda che per ogni occidentale che soffre ci sono anche molti musulmani che sono in balia dell’Isis. Insomma, le solite parole stravolte per creare una bufala, con i sovranisti che hanno provato a utilizzarla, nuovamente, contro l’ex presidente della Camera. Ma ora per Meluzzi è in arrivo la querela.