Piazzapulita, fanno una domanda sul caso Salvini e il citofono: Becchi si alza e se ne va (da casa sua) | VIDEO

di Enzo Boldi | 31/01/2020

Becchi
  • La discussione in diretta durante la puntata andata in onda giovedì su La7

  • Formigli fa a Paolo Becchi la prima domanda sul caso di Salvini che citofona

  • Il professore e filosofo si alza e se ne va. Poi, però, torna

No, Paolo Becchi non l’ha presa con filosofia. Durante la puntata di Piazzapulita andata in onda giovedì 30 gennaio, l’accademico genovese è stato interrogato dal conduttore, Corrado Formigli, sul caso della citofonata di Matteo Salvini alla casa del 17enne che vive nel quartiere Pilastro di Bologna, accusandolo di essere uno spacciatore. Ma su quel tema non v’è stata replica dato che il professore, appena entrato in collegamento, si è rifiutato di palesare il proprio pensiero, discutendo a distanza con il conduttore e lasciando vuota la poltrona sui cui era seduto per il collegamento, probabilmente da casa sua.

LEGGI ANCHE > Paolo Becchi offende Mario Calabresi e Repubblica a Sky TG24

Una toccata e fuga, prima del ritorno. Perché quella sul caso di Salvini che citofona è stata la prima domanda fatta da Formigli a Paolo Becchi che, forse un po’ sorprendentemente, si aspettava di esser stato invitato a partecipare alla trasmissione solo per presentare il suo ultimo libro.

Paolo Becchi interrompe il collegamento con Piazzapulita

La discussione, poco dopo la domanda, prosegue con il conduttore che rivendica il proprio ruolo di moderatore libero di fare le domande ai propri ospiti, anche quelli in collegamento. E se Paolo Becchi gli ha inizialmente detto di annoiarsi nel sentire parlare di quella questione, Formigli ha sottolineato come potesse sentirsi libero di fare altro anziché partecipare a Piazzapulita.

Il (non) saluto e il ritorno

Il professor Becchi, dunque, lo ha preso in parola: si è alzato dalla sedia passando ripetutamente davanti la telecamera in diretta e ha lasciato vuota la sua poltrona. Se ne è andato, dunque, mentre in studio Carlo Calenda sottolinea come il collegamento fosse dalla casa del professore: «Ma se ne va da casa sua?». Qualche minuto dopo, però, il ritorno davanti alle telecamere e la sua ospitata è arrivata a termine.

(foto di copertina: frame da video Piazzapulita)