La Roma scrive che la partecipazione ai preliminari di Europa League è stata un ‘imprevisto’

di Enzo Boldi | 13/06/2019

As Roma

Chiamiamola gaffe o comunicato maldestro. Sta di fatto che quanto scritto dalla As Roma sul proprio sito internet fa sorridere. Nella nota che ufficializza la mancata partecipazione del club giallorosso all’International Champions Cup – il famoso torneo tra le big mondiali che si tiene, ormai da anni, durante il periodo estivo – la società ha parlato di ‘imprevista’ partecipazione ai preliminari di Europa League. Ma la sesta posizione nell’ultimo campionato di Serie A, condito da prestazioni al di sotto delle aspettative, non poteva portare ad altro.

«L’AS Roma comunica con rammarico l’impossibilità di prendere parte alla prossima International Champions Cup – si legge nel comunicato ufficiale -, a causa dell’imprevisto coinvolgimento della squadra nei turni preliminari della UEFA Europa League». Forse il club di Pallotta si aspettava il giudizio sul ricorso al Tas del Milan – che avrebbe potuto squalificare i rossoneri dalla prossima Europa League -, ma nel calendario degli appuntamenti del Tribunale arbitrale dello Sport di Losanna non compare la voce «Milan» da qui fino al 14 agosto. Fuori tempo massimo per l’eventuale sanzione ai danni del club meneghino con automatica promozione della As Roma alla fase a gironi e la conseguente ammissione del Torino di Urbano Cairo ai preliminari di Europa League.

‘L’imprevisto’ dei preliminari di Europa League dell’As Roma

Ma non è stato così, quindi rimarrà lo status quo proiettato dalla classifica dell’ultimo campionato di Serie A. I giallorossi, quindi, dovranno affrontare le forche caudine della fase preliminare che mette in difficoltà molte squadre non tanto per il tenore delle sfide (solitamente di tratta di incontri con squadre di terza/quarta fascia europea), ma per il fastidio di dover iniziare la stagione prima degli altri e affrontare la preparazione estiva con carichi di lavoro differenti.

La Fiorentina giocherà al suo posto la ICC

Il rammarico della As Roma è anche per il mancato prestigio che deriva dall’impossibilità di partecipare alla vetrina estiva che, oltre al valore tecnico, ha anche un buon discreto economico. Al suo posto, visto l’imprevisto, andrà la Fiorentina del nuovo proprietario italo-americano Rocco Commisso che affronterà il Chivas Guadalajara, l’Arsenal e il Benfica. Gli avversari inseriti nel girone «americano» che doveva essere della Roma.

(foto di copertina: ANSA/ ANGELO CARCONI)